Pagina 1 di 1

Le vostre presentazioni con l’invisible deck

Inviato: 14/11/2017, 12:08
da SamueleG
Buongiorno a tutti,
Da qualche settimana sto sperimentando nuove presentazioni per l’invisible deck, credo che presentato bene per un profano sia un vero miracolo. Voi quale preferite adottare?
Mi piacerebbe vedere le vostre idee e perché no, prendere spunto ;)

Re: Le vostre presentazioni con l’invisible deck

Inviato: 04/04/2018, 21:57
da Jaqk
Io classico, lo uso raramente anche se è una bomba!

Re: Le vostre presentazioni con l’invisible deck

Inviato: 05/04/2018, 17:45
da K
Tienilo in tasca come out. 8-)

Questa la può capire solo qualcuno.


Hai mai pensato di utilizzarlo anche assieme ad altro? Con un marked deck ad esempio.

Re: Le vostre presentazioni con l’invisible deck

Inviato: 20/04/2018, 19:01
da Mauri
Ho visto una versione a teatro carina:
il mago dava allo spettatore la sua agendina, dicendo che lui faceva di professione il mago e quindi ripeteva tanti giochi .. tante volte .. ogni giorno
E che molte volte chiedeva alllo spettatore di scegliere una carta
e che lui per pura curiosità era solito segnare sull'agenda una carta scelta quel giorno per capire se c'erano carte che erano preferite ad altre.

A questo punto dava l'agendina ad uno spettatore e chiedeva ad un altro spettatoe di scegliere un giorno dell'anno, uno che per qualche motivo era importante per lui.. o anche no
Quindi chiedeva al primo spettatore di guardare sull'agendina che carta era segnata in quel giorno
l'agendina era una di quelle piccole con due giorni per pagina, quindi con "quattro date" del libretto aperto dallo spettatore..
e quindi chiedeva alllo spettatore di verificare che se lui avesse scelto il giorno prima, oppure quello dopo, oppure due giorni prima etc .. tutto sarebbe cambiato

A questo punto apriva il mazzo invisibile con un ventaglio perfetto verso il basso e la carta scelta era capovolta e proprio al centro del ventaglio

Penso (ma ovviamente non posso esserne sicuro) che la preparazione con l'agenda avesse un doppio scopo:
1) fare un po' di "teatro" per avere una routine che coinvolge il pubblico e convincere allo stesso modo di aver fatto una scelta casuale
2) fare in modo che la scelta della carta fosse limitata tra un certo numero di uscite possibili concentrate al centro del mazzo
In questo modo l'apertura a ventaglio diventa molto teatrale e la carta che si trova quasi al centro è molto più spettacolare

Io invece scorro le carte e può succedere che lo spettatore scelga una carta che si trova troppo all'inizio .... appare "subito" stranamente o troppo alla fine .. e mostrare tutto il mazzo annoia