Injog e controllo del mazzetto

Mauri
Messaggi: 130
Iscritto il: 11/01/2018, 22:31

12/03/2018, 0:23

Se ti può consolare .. ho lo stesso problema
ci riesco solo se guardo attentamente le mie mani
e perdo tutta la naturalezza..

e anche io uso il pollice per "pelare" i mazzetti o le carte
Proverò ad esercitarmi con la gravità come consigliano gli amici qui sul forum
-----------------------------------------------------------------
Quando ero bambino mia madre mi chiese: cosa vuoi fare quando diventerai adulto? "Il Mago" risposi io
E lei mi disse: no, non puoi fare entrambe le cose :D

Avatar utente
Vin Brillante
Messaggi: 262
Iscritto il: 15/01/2018, 18:56

13/03/2018, 12:50

All inizio lo imparai dal libro di wilson e lo facevio quasi con naturalezza ma ogni tanto perdevo la carta per la troppa velocita.
Invece nel cc1 giobbi consiglia di metterci anche il mignolo sull injog per sicurezza, e devo dire che aiuta moltissimo!
"Quello che l occhio vede e l orecchio sente,la mente crede..."

Camionsauro
Messaggi: 20
Iscritto il: 31/08/2017, 15:05

13/03/2018, 15:24

Il mignolo lo uso ed in effetti risolve molti problemi ma il mio non e' che mi perdo l'injog: il break lo creo ma fatico a sentirlo con il pollice quando pelo le carte... anche usando la gravita' spesso cadono carte sotto il break. Ma e' sicuro solo questione di sensibilita' da acquisire! :)

Kirlian
Messaggi: 10
Iscritto il: 05/04/2018, 18:46

05/04/2018, 20:49

Io invece di lasciar cadere tutto il mazzetto preferisco far scorrere carte singole. Cioè: quando con il pollice che tiene il break sento che sono rimaste poche carte, inizio a mescolarle due alla volta o una alla volta, e quando arrivo alla separazione lascio cadere il resto sopra, non so se mi sono spiegato. Spero di essere stato utile ;)
"I'm a magician. Some people have other hobbies, like stamp collecting or friendship. Mine is magic."
Kyle Eschen

Camionsauro
Messaggi: 20
Iscritto il: 31/08/2017, 15:05

16/04/2018, 8:36

Dopo pratica e pratica la situazione e' assai migliorata, anche grazie a un mix dei vostri suggerimenti. La situazione e' un po' migliorata quando ho notato che all'avvicinarsi del breakveniva piu' facile controllare il mazzetto in fondo creando un "bevel" (scusate l'inglesismo) del mazzetto stesso e delle carte rimanenti, in questo modo mi era piu' facile sentire il break. I primi tempi il bevel era molto netto, ora e' diventato davvero minimale e a mio avviso non si vede...

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Faussone e 2 ospiti