Injog e controllo del mazzetto

Camionsauro
Messaggi: 20
Iscritto il: 31/08/2017, 15:05

09/03/2018, 10:31

Ciao a tutti... Sono alle prese con l'injog shuffle e il mio problema e' questo: finche' si tratta di "injoggare" la carta bene o male non ho grossi problemi, sono molto lento e lascio sporgere la carta di qualche cm ma su quello ci si lavora, il dramma inizia quando tengo il break con il pollice e inizio un overhand. Quando arrivo al break riesco a fare qualcosa di pulito solo guardando il mazzo, se non lo tengo sott'occhio faccio confusione e perdo la carta controllata.

Avete qualche consiglio da darmi (a parte pratica, pratica e pratica)? :D

MarcoLostSomething
Moderatore
Messaggi: 1223
Iscritto il: 29/04/2016, 10:50

09/03/2018, 11:53

Io l'ultimo mazzetto lo faccio cadere, allo stesso ritmo e con la stessa presa delle altre mescolate. Sembra mescolato come le altre carte, in realta' le carte sopra il break cadono per gravita', con una leggera spinta perche' la velocita' di caduta sia la stessa dei mazzetti che vengono mescolati (e per questo ci devi fare un po' la mano, ma e' intuitivo).
Insieme a questo ti consiglio di allenare anche il run di carte singole, perche' se il mazzetto e' troppo sottile fara' piu' fatica a cadere, quindi nelle mescolate prima avresti bisogno di fare qualche run di carta singola per avvantaggiarti.

Camionsauro
Messaggi: 20
Iscritto il: 31/08/2017, 15:05

09/03/2018, 15:08

Penso di aver capito... In pratica le carte fino al break cadono in modo naturale, senza "catturare" piccoli pacchetti col pollice della sinistra? Perche' a me e' proprio questo passaggio che frega, quando arrivo vicino al break o questi e' largo come il gran canyon allora mi accorgo di esserci arrivato, oppure catturo anche qualche carta dopo il break, mandando a carte e quarantotto tutta la mescolata! :) Pensavo anche di fare un run delle ultime carte prima di arrivare al break ma anche qui o il break e' enorme o non mi accorgo di esserci arrivato! :)

MarcoLostSomething
Moderatore
Messaggi: 1223
Iscritto il: 29/04/2016, 10:50

09/03/2018, 19:04

Per intenderci: hai il break e inizi a mescolare in modo normale, diciamo tre o quattro mescolate in cui raccogli mazzetti o carte singole (a scelta) dal pacchetto sopra il break.
Arriverai a un punto in cui sei abbastanza vicino al break: anziche mescolare quell'ultimo mazzettino come gli altri, lo lasci cadere.
Faro' anche un breve video appena posso, cosi' ti faccio vedere per bene

tubyno
Messaggi: 953
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

09/03/2018, 19:19

Camionsauro ha scritto:
09/03/2018, 15:08
Penso di aver capito... In pratica le carte fino al break cadono in modo naturale, senza "catturare" piccoli pacchetti col pollice della sinistra? Perche' a me e' proprio questo passaggio che frega, quando arrivo vicino al break o questi e' largo come il gran canyon allora mi accorgo di esserci arrivato, oppure catturo anche qualche carta dopo il break, mandando a carte e quarantotto tutta la mescolata! :) Pensavo anche di fare un run delle ultime carte prima di arrivare al break ma anche qui o il break e' enorme o non mi accorgo di esserci arrivato! :)
Scusami, ma da quale libro stai studiando cartomagia?

Ciao

Camionsauro
Messaggi: 20
Iscritto il: 31/08/2017, 15:05

10/03/2018, 23:27

Card College, assieme a The royal road to card magic.

tubyno
Messaggi: 953
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

11/03/2018, 1:18

Camionsauro ha scritto:
10/03/2018, 23:27
Card College, assieme a The royal road to card magic.
Per la teoria, a mio parere, è molto meglio il Card College... ti consiglio di allenarti molto prima per l' Overhand shuffle regolare e poi passa a quello con i controlli ..... come supporto al libro dai uno sguardo ai seguenti tutorial di Diego Allegri:

https://www.youtube.com/watch?v=_RRLZVfVfag

https://www.youtube.com/watch?v=CsGpX5CZGd8

https://www.youtube.com/watch?v=bRkB9f-lUdY

Ciao

Lam
Moderatore
Messaggi: 619
Iscritto il: 14/09/2016, 21:08

11/03/2018, 11:35

MarcoLostSomething ha scritto:
09/03/2018, 11:53
Io l'ultimo mazzetto lo faccio cadere, allo stesso ritmo e con la stessa presa delle altre mescolate. Sembra mescolato come le altre carte, in realta' le carte sopra il break cadono per gravita', con una leggera spinta perche' la velocita' di caduta sia la stessa dei mazzetti che vengono mescolati (e per questo ci devi fare un po' la mano, ma e' intuitivo).
Insieme a questo ti consiglio di allenare anche il run di carte singole, perche' se il mazzetto e' troppo sottile fara' piu' fatica a cadere, quindi nelle mescolate prima avresti bisogno di fare qualche run di carta singola per avvantaggiarti.
Lost e la gravità... un amore. Scherzi a parte, è un consiglio utile in moltissime tecniche, lo ha dato a me qualche giorno fa e lo trovo veramente prezioso (le mie doppie ringraziano). Mitico Lost.
La naturalezza delle azioni ne beneficia in maniera incredibile.
Minute after minute, hour after hour.

Avatar utente
Dr.Santoch
Messaggi: 72
Iscritto il: 13/01/2018, 11:40
Località: Senigallia, Marche
Contatta:

11/03/2018, 11:52

Lam ha scritto:
11/03/2018, 11:35
Lost e la gravità... un amore.
Anche Aaron Fisher condivide lo stesso amore: dev'essere una cosa contagiosa...
e pensare che esercitandomi con le monete l'ho fatta odiare a molti! :lol:
Entra anche tu nell'universo del Dr. Santoch: il primo Wonder Scout...
Pagina Facebook
Canale YouTube

MarcoLostSomething
Moderatore
Messaggi: 1223
Iscritto il: 29/04/2016, 10:50

11/03/2018, 16:55

:D Spesso aiuta ragionare a come minimizzare la tensione muscolare, e credo che far fare il lavoro alla gravita' sia un guadagno in questo senso. Ci sono casi specifici in cui non e' vero, ma in linea generale secondo me e' un piccolo passo avanti

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti