LE CARTE

Rispondi
Avatar utente
WhiteLuke31
Messaggi: 856
Iscritto il: 25/09/2013, 16:53
Località: Belluno

25/09/2013, 23:48

Buon giorno a tutti. Questo thread era già presente nel forum precedente, visto che fortunatamente non è andato perso, lo pubblico nuovamente anche qui. Cercherò di descrivere a grandi linee le caratteristiche delle carte adatte per la cartomagia. Buona lettura! :)

Partiamo da un presupposto: ognuno è libero di usare le carte che preferisce, anche le vecchie carte del nonno trovate nel baule in soffitta, ma se usate un mazzo di buona qualità, non solo ne beneficiate voi, ma farete anche bella figura con gli spettatori che osservano la vostra esibizione; nessuno vorrebbe vedere un prestigiatore che usa delle vecchie carte sporche e rovinate, da qui si evince anche che il mazzo che userete in pubblico è preferibile che sia più nuovo possibile. Gli unici mazzi che mi sento di sconsigliare a prescindere, sono quelli economici che si trovano nelle valigette da poker, sono veramente di pessima qualità e tendono a rovinarsi con una velocità fotonica! :)

Detto questo, quale mazzo scegliere? Cerchiamo di fare un po' di chiarezza.

Partiamo dai materiali: Le carte più adatte per la cartomagia non dovrebbero essere plastificate. Anche se durano molto di più e sono lavabili, non scivolano abbastanza tra loro perché sono lisce e molte fioriture risulterebbero complicate da eseguire, inoltre sono troppo flessibili per alcune tecniche (ponte, piegatura dell'angolo ecc.). Piccola parentesi: se siete dei giocatori e cercate un mazzo in plastica da utilizzare per il gioco, consiglio le Copag oppure le Kem, quest'ultime sono prodotte in acetato di cellulosa, materiale estremamente resistente. Le carte per la prestigiazione è preferibile che siano telate, ovvero con un processo di finitura (che vedremo nel dettaglio più avanti) applicato sopra ai due strati di cartoncino che permette alle carte di non aderire tra loro, rendendole più scorrevoli. L'azienda leader nel settore che produce questo tipo di carte è la U.S.P.C.C. (United States Playing Card Company), titolare di moltissimi brand.

Dimensioni e index: la misura più utilizzata e apprezzata è la "Wide Size", ovvero il classico formato poker (63 x 88 mm). In commercio ci sono anche altre misure, famose sono le Bridge Size, che sono più strette rispetto alle precedenti, ma non sono molto utilizzate in cartomagia. I pips, ovvero gli indici agli angoli delle carte che ci dicono il loro valore, trovo che siano molto più eleganti se sono standard, ovvero quelli di dimensioni più piccole, piuttosto che i cosiddetti Jumbo Index, usati invece nei casinò per facilitarne la lettura.

Il taglio: i fogli che poi andranno a formare mazzi di carte, possono essere tagliati o con il lato del dorso rivolto verso le lame, oppure con il lato della faccia. Sembra che sia un dettaglio irrilevante, invece ha la sua importanza. Solitamente la maggior parte dei mazzi di carte vengono tagliati partendo dal dorso, ma ce ne sono alcuni tagliati dal lato opposto; quest'ultimo tipo di taglio è chiamato "Traditionally Cut". Si chiama così perché era un taglio usato in passato, quindi ha preso il nome di taglio tradizionale. Si percepisce al tatto che la qualità è diversa. Alcune tecniche riescono meglio o diversamente dal solito se un mazzo è tagliato col metodo tradizionale, ad esempio il miscuglio Faro si esegue tenendo il mazzo dal lato opposto al solito. Questo tipo di taglio è presente su alcuni mazzi tipo Bicycle Gold, Phoenix, Smoke & mirrors, Bee, la maggior parte di quelli prodotti da Ellusionist e Theory 11 e altri. Inoltre può capitare che anche alcuni mazzi standard vengano tagliati così per errore, è molto raro, ma è già successo.

Ora passiamo alle finiture, queste sono le principali:

AIR CUSHION FINISH: tradotto letteralmente in "cuscino d'aria", infatti se guardate una carta da vicino vi accorgerete che non è liscia, ma presenta dei piccoli punti in rilievo, questo genera il cuscino d'aria. Anche al tatto la carta risulterà ruvida. E' la finitura presente sulla maggior parte dei mazzi del famoso marchio Bicycle, salvo rare eccezioni, compresi quelli speciali di Ellusionist e Theory 11, anche qui salvo eccezioni. Presente inoltre su altri brand tipo Phoenix, Hoyle e Aviator per citarne alcuni, ma ce ne sono anche altri.

MAGIC FINISH: finitura molto simile all'Air Cushion, ma di qualità superiore. Solitamente viene applicata ai mazzi speciali da collezione.

UV500 AIR FLOW FINISH: finitura a flusso d'aria, simile alle precedenti, ma di qualità nettamente superiore. Veniva utilizzata sui mazzi Bicycle Master Edition e su alcuni mazzi Ellusionist. Ora non viene più utilizzata per ragioni di costi di produzione, peccato. Se trovate ancora in giro dei mazzi con questa finitura, vi consiglio di prenderli al volo! Piccola curiosità: le carte con questa finitura si illuminano se esposte alla luce Wood.

LINOID FINISH: la finitura è uguale alla Air Cushion, però con l'aggiunta di uno strato protettivo che permette una maggiore resistenza e durata alle carte, pur mantenendo la scorrevolezza, anzi è anche migliore. Rende le carte più rigide quando sono nuove, ma col tempo si ammorbidiscono molto. Questa finitura è un esclusiva del marchio Tally-Ho.

CAMBRIC FINISH: il Cambric (cambrì in Italiano) è un tessuto simile al cotone, non voglio dire che le carte siano fatte di questo materiale, bensì la finitura è prodotta seguendo lo stesso processo di tessitura di questo materiale. Il risultato finale è simile alle altre finiture. Le carte risulteranno più morbide rispetto alle Bicycle. Questa finitura si può trovare nelle carte del marchio Bee, adatte per il cheating per l'assenza del bordo bianco sul dorso.

LINEN FINISH: Linen, tradotto lino. Vale lo stesso discorso della precedente Cambric. Si può trovare nei mazzi Aristocrat e sulle italianissime Pr1me.

PLASTIC COATED: Finitura presente principalmente sulle carte Arrco. Grazie a questa finitura il mazzo risulta subito molto morbido, a differenza degli altri non c'è bisogno di "snervarlo" prima di poterlo utilizzare al meglio delle sue capacità.

SMOOTH FINISH: questa volta le carte non presentano telatura, infatti sono completamente lisce, eppure mantengono la scorrevolezza che contraddistingue tutte le altre finiture. Unico inconveniente è che le carte sono molto rigide. Si può trovare principalmente nelle Aladdin.

IVORY FINISH: Finitura molto particolare, praticamente è una via di mezzo tra la Air Cushion e la Smooth Finish. Sono rari i mazzi di carte con questa finitura, al momento ricordo soltanto le Bee Erdnase.

Queste sono le principali finiture presenti sulle carte. Quindi, quale scegliere? Bella domanda! La scelta è molto soggettiva, qualcuno potrebbe trovarsi meglio con una finitura piuttosto che un'altra. Non ce n'è una che è oggettivamente la migliore in assoluto, bisogna provare per capire quale vi si addice di più.

Ora una piccola considerazione personale sui mazzi speciali da collezione. Ok, sono bellissimi da vedere, però io personalmente eviterei di usarli per vari motivi: Innanzitutto perché tendono a rovinarsi più facilmente rispetto ai mazzi standard, ed è un peccato vista la bellezza di alcuni mazzi in particolare. Poi se le usate per le vostre esibizioni, gli spettatori che non conoscono le carte potrebbero pensare che siano truccate anche se non lo sono. Infine per i mazzi con dorsi standard è molto più semplice reperire gimmick e carte gaff. Quindi il mio consiglio è di non sprecare i soldi per dei mazzi che non userete; comprateli esclusivamente se avete intenzione di possedere una collezione di carte da gioco.

Durata e manutenzione: La durata di un mazzo di carte non plastificate è soggettiva, dipende da come e quanto le usate. Per aumentarne la durata è consigliabile lavarsi bene le mani prima di usare le carte e tenerle in luoghi asciutti, lontane dall'umidità. Inoltre sarebbe utile per mantenerne la forma, tenerle pressate; se non avete un porta carte in metallo che svolge questa funzione, potete metterle (senza astuccio) sotto un libro o qualcosa di pesante. Dopo un discreto periodo di utilizzo, le carte tenderanno a perdere la scorrevolezza iniziale; per ovviare a questo problema esiste in commercio una polvere da passare sulle carte per farle tornare come nuove, si chiama "stearato di zinco" e si può trovare in tutti i negozi di magia o anche in farmacia.

Un ultimo consiglio: se siete mancini, quando fate un ventaglio non si vedranno gli indici delle carte; per ovviare a questo problema, la Bicycle ha realizzato il mazzo Lefty, che presenta gli indici sui lati opposti rispetto ad un mazzo normale.

Ci sarebbe molto altro da raccontare sulle carte, ma credo di avervi annoiato abbastanza, perciò mi fermo qui. :D
Spero di esservi stato utile, se avete dubbi o volete dei chiarimenti su delle carte in particolare, non avete che da chiedere, siamo qui apposta! E se qualcuno vuole aggiungere altre informazioni che magari mi sono scordato di menzionare, o anche smentirmi :D ben venga!
Grazie per l'attenzione. :)

Questo thread è stato scritto in collaborazione con l'utente "Erdnase".

Avatar utente
Ciarla93
Moderatore
Messaggi: 581
Iscritto il: 25/09/2013, 19:14

26/09/2013, 1:02

Bellissimo thread,anche utile ai neofiti,comunque vorrei un parere da voi:ho le mani piccole,quindi inizialmente usavo le bridge size,poi però mi sono convinto ad usare le poker size,e dopo i dissapori iniziali sono riuscito a gestirle abbastanza bene,ma non come le bridge.Ora la domanda:continuo ad esercitarmi con le poker finchè non le padroneggio appieno o getto la spugna e torno alle bridge?inoltre,nel caso continuassi con le poker size,esistono esercizi specifici per sciogliere mani e dita o un modo per guadagnare più mobilità?un grazie in anticipo =)
..Mundus Vult Decipi..

Avatar utente
WhiteLuke31
Messaggi: 856
Iscritto il: 25/09/2013, 16:53
Località: Belluno

26/09/2013, 1:08

Fossi in te continuerei ad esercitarmi con le poker size. La storia delle mani piccole in cartomagia conta meno di quel che pensi. Ci vuole molto esercizio e una buona dose di pazienza, ma alla fine riuscirai a fare tutto quello che vuoi. ;)

Avatar utente
Ciarla93
Moderatore
Messaggi: 581
Iscritto il: 25/09/2013, 19:14

26/09/2013, 1:59

Inizialmente infatti credevo che la misura delle mani influenzasse la qualità,poi però ho letto che è irrilevante,quindi ho iniziato ad esercitarmi e devo dire che i risultati si vedono..sapresti consigliarmi un qualche esercizio?magari è migliore del mio metodo attuale:fare le stesse routine fino a far fare il sangue alle carte!magari stretching o esercizietti anche senza carte,non saprei,su internet ho cercato ma non ho trovato molto..ancora grazie per i consigli e l'incoraggiamento ;)
..Mundus Vult Decipi..

GiovanniPavan
Messaggi: 4
Iscritto il: 25/09/2013, 16:56

26/09/2013, 9:12

veramente molto utile grazie! :D comunque per pulire le carte si potrebbe usare anche il classico borotalco, spalmarlo su ogni carta giocarci un po' e poi passare ogni carta con un fazzoletto.. è un metodo valido fatto in casa, io l'ho provato e non posso dire che sono tornate nuove ma gli ho regalato sicuramente qualche giorno di vita in più! ;)

doriman
Messaggi: 240
Iscritto il: 26/09/2013, 8:00
Località: Torino, mirafiori sud

26/09/2013, 10:29

Thread interessante. Spero di non andare off-topic con questa domanda.
Ho comprato da poco il mio primo mazzo Tally-Ho (Linoid Finish, Original Fan Back). Qualità eccellente e mi stanno davvero piacendo molto. Ho notato però un dettaglio. Sia i dorsi che le facce sono leggermente asimmetrici. Ovvero è come se fossero stati stampati due-tre millimetri decentrati (verso il basso). Si nota poco e aiuta a fare qualche trucchetto come il mind reader.
E' normale che siano così? Da foto e video che ho esaminato non sono riuscito a pervenire ad una conclusione.
So ideare torture in grado di far piangere anche il Diavolo

K
Boss
Messaggi: 3733
Iscritto il: 02/09/2013, 16:09

26/09/2013, 10:37

doriman ha scritto:Sia i dorsi che le facce sono leggermente asimmetrici. Ovvero è come se fossero stati stampati due-tre millimetri decentrati ....E' normale che siano così?
Normalissimo :)
Sulla quantità, molti mazzi escono leggermente decentrati.
C'è differenza tra usare la Magia a favore di YouTube e usare YouTube a favore della Magia.

ANYCARD by K52

Avatar utente
WhiteLuke31
Messaggi: 856
Iscritto il: 25/09/2013, 16:53
Località: Belluno

26/09/2013, 11:53

Sezione Aurea ha scritto: Normalissimo :)
Sulla quantità, molti mazzi escono leggermente decentrati.
Ultimamente ne ho trovati anche troppi decentrati :lol:

Avatar utente
WhiteLuke31
Messaggi: 856
Iscritto il: 25/09/2013, 16:53
Località: Belluno

26/09/2013, 11:56

Ciarla93 ha scritto:sapresti consigliarmi un qualche esercizio?magari è migliore del mio metodo attuale:fare le stesse routine fino a far fare il sangue alle carte!magari stretching o esercizietti anche senza carte,non saprei,su internet ho cercato ma non ho trovato molto..
Sinceramente non mi sono mai documentato sugli esercizi di stretching per le mani, io non ne ho avuto bisogno. Meglio aspettare qualcuno che ne sappia di più ;)

Avatar utente
simSalabim086
Messaggi: 72
Iscritto il: 26/09/2013, 7:50

26/09/2013, 13:01

da chitarrista direi che sciogliere un po' le dita prima di esibirsi non va altro che bene...poi dipende da che tipologia di giochi dovete fare insomma...spesso non è richiesta chissà quale manualità e "scioglievolezza" delle dita :D

ma io prima di suonare un po di riscaldamento lo faccio sempre...lo stesso vale per le carte :D

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite