NAMASTE

Avatar utente
SpaghettiMagic
Messaggi: 77
Iscritto il: 28/09/2013, 1:49
Contatta:

31/05/2017, 0:17

Sardosono ha scritto:
30/05/2017, 21:23
Quindi, poiché non ha alcun senso qualsiasi confronto, in qualunque campo di applicazione dell'etica, quando vi è totale disaccordo proprio sull'etica che ne sta alla base, di conseguenza per quanto mi riguarda non trovo né ragione alcuna né interesse intellettuale a proseguire il discorso.
Ho tanto da imparare....
Sardosono ha scritto:
30/05/2017, 21:23
A me è capitato di molto, ma molto peggio.
Due volte mi hanno chiesto se potessi curare un tumore... Dopo la piegatura di un cucchiaino... tra l'altro, io lo presento comico...
SpaghettiMagic
http://www.youtube.com/user/SpaghettiMagic

We live in a strage world where nothing is real but everything is possible.
Jean Xueref

Avatar utente
Sardosono
Messaggi: 205
Iscritto il: 18/03/2017, 0:28
Località: Cagliari
Contatta:

31/05/2017, 1:08

SpaghettiMagic ha scritto:
31/05/2017, 0:17
Due volte mi hanno chiesto se potessi curare un tumore... Dopo la piegatura di un cucchiaino... tra l'altro, io lo presento comico...
Appunto!!!
Nei post precedenti in realtà non ho voluto esagerare, perché so bene che finché non ti capita è difficile crederci, ma quando dico che non c'è niente da fare, che per quanto ti sforzi il problema rimane, intendo dire proprio questo: che si arriva al paradosso che persino buttandola sul comico o addirittura sulla parodia, comunque rimangono sempre alcuni (e non pochi) che continuano imperterriti a prenderti sul serio!
E' appunto questo il dramma....
SpaghettiMagic ha scritto:
31/05/2017, 0:17
Ho tanto da imparare....
Se leggo bene tra le righe (anche se in questo caso si tratta di una riga sola! ), provo a scriverti TRA queste righe: a forza di fare discorsi che poi non approdano a nulla e si rivelano essere stati soltanto vaniloqui, si impara a riconoscere fin da subito le circostanze e quindi ad evitare direttamente di farli.

PS Ho appena visto il tuo ultimo video sui migliori maghi del mondo!!!..... :shock: :o 8-)
Antonello

The real secret to magic lies in the performance - David Copperfield

Avatar utente
SpaghettiMagic
Messaggi: 77
Iscritto il: 28/09/2013, 1:49
Contatta:

31/05/2017, 12:32

Sardosono ha scritto:
31/05/2017, 1:08

Se leggo bene tra le righe (anche se in questo caso si tratta di una riga sola! ), provo a scriverti TRA queste righe: a forza di fare discorsi che poi non approdano a nulla e si rivelano essere stati soltanto vaniloqui, si impara a riconoscere fin da subito le circostanze e quindi ad evitare direttamente di farli.

PS Ho appena visto il tuo ultimo video sui migliori maghi del mondo!!!..... :shock: :o 8-)
Ovviamene non mi riferivo a questo topic eh, a scanso di equivoci. Dato che talvolta mi capita di stare a discutere per ore inutilmente facevo le mie riflessioni
SpaghettiMagic
http://www.youtube.com/user/SpaghettiMagic

We live in a strage world where nothing is real but everything is possible.
Jean Xueref

pierfraxxxx
Messaggi: 129
Iscritto il: 26/11/2013, 21:17

31/05/2017, 12:37

A ciascuno di Noi il proprio Bias di Conferma.
A ciascuno di noi e...
...a ciascuno dei nostri spettatori. ;)

Questa lunga discussione è l'ennesima prova che La Scimmia Nuda Balla.

NAMASTE.

...alé.
Pierfrancesco

Avatar utente
Sirius
Messaggi: 268
Iscritto il: 26/09/2013, 11:27

31/05/2017, 13:48

Topic interessantissimo che mi sta aiutando a farmi una mia visione più approfondita sull'argomento.

E dei Mentalisti che fanno "formazione" che ne pensate ? Dovrebbero rimanere solo nell'ambito dello spettacolo ? O fanno bene a mischiare le cose ?

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1267
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

31/05/2017, 13:59

Sirius ha scritto:
31/05/2017, 13:48
Topic interessantissimo che mi sta aiutando a farmi una mia visione più approfondita sull'argomento.

E dei Mentalisti che fanno "formazione" che ne pensate ? Dovrebbero rimanere solo nell'ambito dello spettacolo ? O fanno bene a mischiare le cose ?
Di che formazione parliamo? Perché come avevo già detto altrove, io sono assolutamente contro l'insegnamento "ludico" in contesti istituzionali. Lo spettacolo deve servire tutt'al più a ispirare e a inducere curiosità, ma mai a insegnare. IMO.
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

pierfraxxxx
Messaggi: 129
Iscritto il: 26/11/2013, 21:17

01/06/2017, 18:10

Sirius ha scritto:
31/05/2017, 13:48
E dei Mentalisti che fanno "formazione" che ne pensate ? Dovrebbero rimanere solo nell'ambito dello spettacolo ? O fanno bene a mischiare le cose ?
E’ un discorso articolato, personalmente la vedo così.
All’inizio del nuovo millennio l’inglese Derren Brown (anche grazie a Luke Jermay, molti non ne parlano) ha rivoluzionato il mentalismo portando il suo fulcro dal paranormale alla PNL.

In Italia è difficile vivere di magia, non siamo faciloni e giocherelloni come gli americani, la nostra furbizia spinge spesso a scoprire l’inganno a discapito del godersi lo spettacolo e per questo la magia non è ben vista se non per gli spettacoli degli innocenti bambini ai quali è lecito raccontare favole.
Con queste premesse i nuovi mentalisti italiani ispirati da Derren Brown, una volta scoperto che i “piennellisti” davano credito a questo mentalismo non poterono far altro che collaborare con loro.
Mi ricordo spettacoli di Francesco Tesei dove ogni poltrona era piena di volantini su corsi di PNL e alcuni spettatori appena entravano in sala venivano osannati dal pubblico più di Tesei perché famosi guru della PNL.

Appunto perché in Italia è difficile vivere di solo mental magic , i mentalisti che già per natura o passione si ritrovavano preparati (o lo divennero) in tematiche psicologiche e sociologiche accettarono le proposte dei “piennellisti” trovandosi così un secondo lavoro che in molti casi è diventato il primo.

In questo non ci vedo niente di male, anche molti atleti forti diventano militari (e magari odiano la divisa) per vivere di sport.

Ma come fa intendere The Matt il problema è che uso ne fai dell’arte dell’illusione nei corsi motivazionali, ovvero eseguire un effetto per comunicare che qualsiasi obiettivo può essere raggiunto basta volerlo e crederci, può essere un buon atto motivazionale ma allo stesso tempo può dare una falsa speranza.

Tutto sta nel come usare le parole e capire ciò che si vuole comunicare.

Il mio pensiero è che la vita già di per se spesso è un’illusione, la pubblicità e la moda creano dei falsi bisogni ed i venditori che hanno fatto corsi motivazionali guarda caso sono quelli che vendono i prodotti di tali bisogni.
Quindi capisco se questi corsi facciano uso di illusioni.
Pierfrancesco

Avatar utente
=ET=
Messaggi: 1750
Iscritto il: 04/10/2013, 22:12
Località: RE

01/06/2017, 18:25

pierfraxxxx ha scritto:
30/05/2017, 21:50
Eppure del sano inganno mentalistico se usato come effetto placebo non può che fare bene.
in più occasioni ne ho avuto le prove. 8-)

Siamo andati Off Topic.....
Concordo. Il problema è che la linea che divide è mooolto sottile e la responsabilità tanta. Spesso si evita di prendersi questo fardello così pesante e rischioso.
Acogliamo il richiamo di pierfraxxxx e torniamo in argomento. Se volete parlare di questa questione da sempre spinosa, meglio farlo altrove ma credo sia bene rileggere la sezione "Mentalismo" perché si è già parlato in precedenza, se non erro... :arrow:
=ET=

"L'importante è crederci" (Mia Moglie)

.

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite