Terrore iniziale

Pietro84
Messaggi: 79
Iscritto il: 14/12/2017, 16:57

24/07/2019, 12:57

Consiglio il libro Close up per il mondo reale di Alain Iannone, parla anche di come si gestisce l'approccio ai tavoli

takeda
Messaggi: 108
Iscritto il: 07/01/2019, 13:41

30/07/2019, 7:33

Alabarda980 ha scritto:
21/07/2019, 20:21
Ok! Subito ho pensato potesse essere un problema di questo tipo, però è la stessa frase che avrei usato io :"buonasera, sono il mago della serata, non mi dovete niente (o un modo più carino per far capire che non vorrai soldi alla fine, se non è ovvio dal contesto), vi va di vedere qualcosa di interessante?"
Sul momento non mi vengono in mente altri possibili motivi :(
Aspettiamo i più esperti :D
Comunque bisogna dire che molte volte, in certi contesti, è davvero complicato farsi conoscere.

Alabarda980
Messaggi: 27
Iscritto il: 27/06/2019, 16:01
Località: Torino

31/07/2019, 11:39

Purtroppo è vero, o uno ha la classica botta di fortuna oppure l'inizio è quasi invivible causa frustrazioni continue
Federico

MrMagorium
Messaggi: 374
Iscritto il: 27/09/2013, 12:38

05/08/2019, 17:20

takeda ha scritto:
21/07/2019, 10:57
Ed eccomi qua, di ritorno dal primo giorno di due, di magia.
Non è proprio andato come speravo, ma vabbè.
Gli effetti sono venuti e sono venuti anche molto bene, anzi, ma purtroppo su tutti i tavoli in cui andavamo (io e Gaber) ci dicevamo sempre di no e che non erano interessati.
Dalle 19 alle 22, avremo fatto si e no, 4 tavoli. Nessuno era interessato.
Tra l'altro, volevano solo effetti per bambini (che non è il mio ramo) e mi hanno chiesto (per oggi) di fare un qualcosa per i bambini ... mi inventerò qualcosa con palline di spugna e fine perché in realtà non ho un repertorio per i bambini vistro che prediligo gli adulti.
Comunque sia, per quanto riguarda quello che è l'effetto, direi bene; peccato, invece, per la poca disponibilità delle persone che sembrava quasi aver paura di qualcosa (non so bene cosa).
Prima di tutto vi dico bravi continuate e non lasciatavi demoralizzare da questi esordi,
è tutta gavetta che necessariamente occorre fare prima di arrivare ad un risultato soddisfacente.
Fare table Hopping è tutt'altro che banale,
per quanto le persone sedute ai tavoli possono essere state informate della presenza di un prestigiatore,
nel momento che ci si presenta veniamo comunque visti come disturbatori e vincere la resistenza iniziate puo' essere complicato.
Inoltre considera che l'arte magica nel ns paese ha una bassa reputazione, la maggior parte della gente la considera
divertimento per i piu' piccoli.
Occorre studiarsi un modo semplice rispettoso e accattivante per approciarsi ai tavoli sopratutto ai primi tavoli.
Giustamente ti sei preparato bene sui vari effetti che hai eseguito ma considera che questo vale solo per il 10%, e’ il restante 90% che ipnotizza e diverte le persone ossia la tua parlantina, la tua presenza, la misdirection ecc.
Se si ottiene consenso e successo ai primi tavoli questo puo' generare curiosità e buona predisposizione della persone di altri tavoli.
Alcuni libri ti possono aiutare come quello suggerito di Iannone o di Andra Biondi,
ma fondamentalmente devi lavorare su te stesso nel modo di porsi e su una elaborazione di un testo,
e penso che non ci sia niente di meglio che fare un corso di teatro.
Chi più in alto sale, più lontano vede;
Chi più lontano vede, più a lungo sogna.
Walter Bonatti

takeda
Messaggi: 108
Iscritto il: 07/01/2019, 13:41

06/08/2019, 13:57

MrMagorium ha scritto:
05/08/2019, 17:20

Prima di tutto vi dico bravi continuate e non lasciatavi demoralizzare da questi esordi,
è tutta gavetta che necessariamente occorre fare prima di arrivare ad un risultato soddisfacente.
Fare table Hopping è tutt'altro che banale,
per quanto le persone sedute ai tavoli possono essere state informate della presenza di un prestigiatore,
nel momento che ci si presenta veniamo comunque visti come disturbatori e vincere la resistenza iniziate puo' essere complicato.
Inoltre considera che l'arte magica nel ns paese ha una bassa reputazione, la maggior parte della gente la considera
divertimento per i piu' piccoli.
Occorre studiarsi un modo semplice rispettoso e accattivante per approciarsi ai tavoli sopratutto ai primi tavoli.
Giustamente ti sei preparato bene sui vari effetti che hai eseguito ma considera che questo vale solo per il 10%, e’ il restante 90% che ipnotizza e diverte le persone ossia la tua parlantina, la tua presenza, la misdirection ecc.
Se si ottiene consenso e successo ai primi tavoli questo puo' generare curiosità e buona predisposizione della persone di altri tavoli.
Alcuni libri ti possono aiutare come quello suggerito di Iannone o di Andra Biondi,
ma fondamentalmente devi lavorare su te stesso nel modo di porsi e su una elaborazione di un testo,
e penso che non ci sia niente di meglio che fare un corso di teatro.
Allora, mi sto dedicando seriamente al mentalismo adesso, studiando e guardando cose su un sito che ovviamente non cito e devo dire che il corso di teatro, per quello che voglio fare è sicuramente molto importante, soprattutto per la costruzione del mio personaggio.
Bisogna capire cosa e come diventare quel personaggio perché in fin dei conti, un mentalista, lo è sempre: 24ore su 24.
Posso essere d'accordo con te su tutto, ma già andare ad un tavolo è veramente complicato. Non pensavo così' tanto.
Mostruoso.
Ma sono comunque felice di questo, di quello che ho fatto.

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite