Gimmick per iniziare?

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1300
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

22/02/2017, 9:26

thegreatAle ha scritto: Ciao RD! Grazie del parere!
Rivolgo la domanda anche a te:

1. Gimmick di facile esecuzione eseguibile in un pub/ristorante? (quindi meglio se 360°)
2. Ho la serie Light di Giobbi completa? Altri libri di quel livello con effetti automatici? GRAZIE
1. A essere in te, eviterei di cominciare già a pensare ai pub/ristoranti se sei agli inizi. Esibirsi è importante per acquisire esperienza, ma pub e ristoranti secondo me non sono i posti adatti per iniziare in quanto la clientela può essere incredibilmente esigente.
2. Prova con la serie "Semi-Automatics Card Tricks" di Steve Beam, sono 10 volumi... io non ne ho nessuno, ma ho seguito un suo seminario ed è roba di alta qualità.
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

Avatar utente
thegreatAle
Messaggi: 71
Iscritto il: 08/02/2017, 19:28

26/02/2017, 15:01

The Matt ha scritto:
thegreatAle ha scritto: Ciao RD! Grazie del parere!
Rivolgo la domanda anche a te:

1. Gimmick di facile esecuzione eseguibile in un pub/ristorante? (quindi meglio se 360°)
2. Ho la serie Light di Giobbi completa? Altri libri di quel livello con effetti automatici? GRAZIE
1. A essere in te, eviterei di cominciare già a pensare ai pub/ristoranti se sei agli inizi. Esibirsi è importante per acquisire esperienza, ma pub e ristoranti secondo me non sono i posti adatti per iniziare in quanto la clientela può essere incredibilmente esigente.
2. Prova con la serie "Semi-Automatics Card Tricks" di Steve Beam, sono 10 volumi... io non ne ho nessuno, ma ho seguito un suo seminario ed è roba di alta qualità.
Grazie della Dritta "The Matt"!
Fortunatamente è un locale che frequento spesso e "conosco" quasi tutta la clientela personalmente.
Quindi sono più rilassati :D

Per quanto riguarda i libri di Beam, si trovano solo in inglese che tu sappia?
GRAZIE MILLE DI TUTTO

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1300
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

28/02/2017, 10:56

thegreatAle ha scritto: Per quanto riguarda i libri di Beam, si trovano solo in inglese che tu sappia?
Eh, mi sa di sì. Stranamente non sono tra i libri più conosciuti e tradotti, nonostante siano stra-pieni di effetti bellissimi.
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

Salvi83
Messaggi: 418
Iscritto il: 16/01/2017, 16:52

03/03/2017, 23:02

A proposto di loops, visto che Dani li ha nominati, ho una domanda per chi li usa: ma a voi non si rompono quando fate l´effetto della carta che esce del mazzo???
a me sembra alquanto delicati e non cosi invisibili. forse in un locale magari con luce soffusa, oppure per strada, ma seduti al tavolo o in salotto mi sembrano alquanto individuabili...
-Francesco-

Lam
Moderatore
Messaggi: 646
Iscritto il: 14/09/2016, 21:08

03/03/2017, 23:58

Esattamente la stessa cosa che mi sono chiesta io quando li comprò il mio migliore amico... per provarli li mostrò direttamente in un gioco al tavolo, quindi close-up proprio sotto il lampadario, e per me erano assolutamente visibili, li istinguevo chiaramente.La spettatrice invece non notò nulla... ero basita. Se ci siano particolari condizioni a cui fare attenzione lo lascio dire a chi li usa più di me, ma l'opinione che mi sono fatta vedendoli in azione è che lo spettatore non li cerca con lo sguaro perché non sa che ci sono. Ed è un filo discreto, praticamente invisibile. Ecco perché non lo vedono. Ma sono curiosa anche io di saperne di più :?:
Minute after minute, hour after hour.

-RD-
Messaggi: 170
Iscritto il: 01/02/2017, 19:10

04/03/2017, 1:17

Salvi83 ha scritto:
03/03/2017, 23:02
A proposto di loops, visto che Dani li ha nominati, ho una domanda per chi li usa: ma a voi non si rompono quando fate l´effetto della carta che esce del mazzo???
a me sembra alquanto delicati e non cosi invisibili. forse in un locale magari con luce soffusa, oppure per strada, ma seduti al tavolo o in salotto mi sembrano alquanto individuabili...
Se vuoi consigli da qualcuno di molto più esperto di me ti consiglio di acquistare i dvd di Ygal Mesika chiamati appunto "Loops", dove viene spiegato il funzionamento e il corretto metodo di utilizzo oltre ad alcune semplici routines.
Per quello che ti posso dire (non ne sono un grande utilizzatore) si, sono molto delicati e anche facendo attenzione si romperanno se prima non li si "riscalda" un attimo. Dopo averne rotti tanti il consiglio che ti posso dare è di prepararli prima di utilizzarli in performance, allungali fino a sentire la massima tensione che sopportano e poi rilascia; ripeti queste azioni più volte finchè non acquisti una buona confidenza con i movimenti, devi quasi sapere a memoria la forza che puoi esercitare e per quanto tempo. È inevitabile che acquisirai questa esperienza dopo averne rotti tanti :D
Per un allenamento più economicamente sostenibile ti consiglio di comprare il rocchetto da n metri (o centimetri non ricordo) e costruirteli tu.

Riguardo all'uso durante un effetto, ti posso garantire che gli spettatori non li vedranno (parlo per la mia forse fortunata esperienza), non sanno cosa cercare e quando riconduceranno la riuscita dell'effetto alla presenza di fili invisibili tu sarai già pulito.
È assolutamente da tenere in conto l'ambiente, luci ombre, ecc.
Matthew Wright in uno dei suoi dvd consiglia di usarli ovviamente con un vestito scuro, possibilmente con una fantasia, in modo da "mimetizzare" gli eventuali flash dei loops.
It is a great ability to be able to conceal one's ability

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite