Percezione di un effetto in un pubblico di "babbani"

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1300
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

25/07/2017, 15:51

Io mica ho pensato che stessi denigrando il prestigiatore (anche se credo che tu abbia usato una terminologia un po'infausta per descrivere la performance :lol: )! Il mio voleva essere un complemento alla tua riflessione.

In ogni caso uso il termine "laymen" perché è quello utilizzato dalla maggior parte della letteratura quando si parla dello spettatore non avvezzo alle arti magiche. Per me il babbano è chi non ha mai indossato il Cappello Parlante :mrgreen:
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

Salvi83
Messaggi: 417
Iscritto il: 16/01/2017, 16:52

25/07/2017, 16:40

Credo ti riferisca a quando ho scritto "se questo è il mago più grande di tutti i tempi, allora io sono David Copperfield". Rileggendolo capisco che possa essere mal interpretata. Il fatto è che io NON considero David Copperfield il mago più gande di tutti i tempi, quindi la mia era una comparazione, come dire che se il ragazzo del video è il migliore di sempre, allora tutti noi possiamo arrivare al livello di David Copperfield.
Ovvio che io mi accontenterei di molto, ma molto, molto meno. Giá eseguire gli effetti senza sbagliare sarebbe giá un ottimo risultato! :mrgreen: ;)
-Francesco-

Avatar utente
Jack franzo
Moderatore
Messaggi: 1120
Iscritto il: 14/01/2016, 23:15
Località: Torino

25/07/2017, 16:49

Salvi83 ha scritto:
25/07/2017, 14:45

In parte mi ero già reso conto di questa cosa, tant´e´ vero che i miei effetti più usati sono per l´appunto effetti immediati e di forte impatto come per l´appunto il Chicago Opener o predizioni varie anche se facilmente "sgamabili" da parte di un addetto del mestiere. Effetti veloci, immediati, che lasciano il segno.
Ho comprato L´Acaan di Diego sullo store, sapete quante volte l´ho usato? Zero. E non perché sia difficile o perché non sia bello, anzi, ma perché se mi metto davanti a un pubblico che non ha la passione della magia a fare un effetto che preveda calcoli, numeri, somme e una lunga preparazione prima d´arrivare all´effetto vero e proprio rischio di perdere la loro attenzione.
Ho detto che la presentazione è molto e aggiungo che con la presentazione anche quei giochi che possono sembrare più noiosi possono essere resi anch'essi miracoli! Certo..ci va molto allenamento e preparazione però non è impossibile..se un effetto è lungo bhe si può creare piano piano il climax che esploderà con l'effetto finale! Se hai il cc2 parla di come mantenere l'attenzione nella parte teorica e ti può essere utile e consiglia anche altri libri che ne trattano
" un giorno senza un sorriso è un giorno perso " (Charlie Chaplin)

sness1
MK Champion
Messaggi: 729
Iscritto il: 01/05/2016, 19:51
Località: Bergamo

26/07/2017, 16:09

Aggiungo solo una cosa riguardo alla discussione che è venuta fuori, non è detto che giochi che non siano veloci, visivi o di forte impatto allora ai layman non piacciono. Faccio un esempio citato: l' acaan di Diego. Io lo trovo un effetto molto molto buono per il pubblico, io l'ho performato pochissimo, ma un mio amico lo performa molto spesso e ottiene sempre ottimi risultati! Il fatto è che non è detto che giochi in cui bisogna riflettere un po' di più ai layman non colpiscano, anzi, possono sentirsi ancora più coinvolti. L'importante è che non ci siano momenti noiosi o confusionari che facciano perdere il filo logico. Riguardo alla performance mi è piaciuta molto, poi che chi ha caricato il video lo ritenga il miglior mago non c'è da stupirsi, dopotutto la magia è questo!
"Magia-Amor-Libertad-Humor-Magia y el resto es nada". Juan Tamariz

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1300
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

26/07/2017, 18:01

sness1 ha scritto:
26/07/2017, 16:09
Aggiungo solo una cosa riguardo alla discussione che è venuta fuori, non è detto che giochi che non siano veloci, visivi o di forte impatto allora ai layman non piacciono. Faccio un esempio citato: l' acaan di Diego. Io lo trovo un effetto molto molto buono per il pubblico, io l'ho performato pochissimo, ma un mio amico lo performa molto spesso e ottiene sempre ottimi risultati! Il fatto è che non è detto che giochi in cui bisogna riflettere un po' di più ai layman non colpiscano, anzi, possono sentirsi ancora più coinvolti. L'importante è che non ci siano momenti noiosi o confusionari che facciano perdere il filo logico.
Beh ma dipende cosa intendi per "veloci, visivi o di forte impatto". Per quanto riguarda la velocità, non c'entra solo la velocità visiva: per esempio la variante del Chicago Opener presentata da Diego qui sul canale (Predizione Impulsiva) fa uso dell'Impulsive Change di Jack Carpenter che rende l'effetto molto ma molto bello visivamente. Tuttavia l'effetto è ugualmente d'impatto (secondo me anche di più) nella versione di Daryl presentata sopra, che però ha un altro tipo di velocità (cfr. la discussione tra "tempo", "pace" e "speed" da Ortiz).

Non fraintendetemi: gli ACAAN possono essere molto belli. Anche per il pubblico sono belli. Ma in realtà secondo me (o come dice il nostro Antonello, IMO) nessun ACAAN per quanto bello sarà ai livelli di un Chicago Opener o di un Spectator Cuts The Aces per quanto riguarda l'impatto sul pubblico.
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

sness1
MK Champion
Messaggi: 729
Iscritto il: 01/05/2016, 19:51
Località: Bergamo

27/07/2017, 10:28

The Matt ha scritto:
26/07/2017, 18:01
sness1 ha scritto:
26/07/2017, 16:09
Aggiungo solo una cosa riguardo alla discussione che è venuta fuori, non è detto che giochi che non siano veloci, visivi o di forte impatto allora ai layman non piacciono. Faccio un esempio citato: l' acaan di Diego. Io lo trovo un effetto molto molto buono per il pubblico, io l'ho performato pochissimo, ma un mio amico lo performa molto spesso e ottiene sempre ottimi risultati! Il fatto è che non è detto che giochi in cui bisogna riflettere un po' di più ai layman non colpiscano, anzi, possono sentirsi ancora più coinvolti. L'importante è che non ci siano momenti noiosi o confusionari che facciano perdere il filo logico.
Beh ma dipende cosa intendi per "veloci, visivi o di forte impatto". Per quanto riguarda la velocità, non c'entra solo la velocità visiva: per esempio la variante del Chicago Opener presentata da Diego qui sul canale (Predizione Impulsiva) fa uso dell'Impulsive Change di Jack Carpenter che rende l'effetto molto ma molto bello visivamente. Tuttavia l'effetto è ugualmente d'impatto (secondo me anche di più) nella versione di Daryl presentata sopra, che però ha un altro tipo di velocità (cfr. la discussione tra "tempo", "pace" e "speed" da Ortiz).
Intendo visuali e/o rapidi nell'esecuzione e/o di impatto più visivo (come il chicago opener) che concettuale (come un acaan). Io dico che negl'effetti più concettuali ci può essere ancora più coinvolgimento da parte dello spettatore perché l'effetto magico è reso dal ragionamento a posteriori che fa il pubblico che ripete mentalmente i passaggi e non trova una spiegazione logica. Solo perché non c'è lo stupore forte iniziale con annesse mani nei capelli allora la magia risulta meno forte.
"Magia-Amor-Libertad-Humor-Magia y el resto es nada". Juan Tamariz

Salvi83
Messaggi: 417
Iscritto il: 16/01/2017, 16:52

27/07/2017, 18:37

sness1 ha scritto:
27/07/2017, 10:28
The Matt ha scritto:
26/07/2017, 18:01
sness1 ha scritto:
26/07/2017, 16:09
Aggiungo solo una cosa riguardo alla discussione che è venuta fuori, non è detto che giochi che non siano veloci, visivi o di forte impatto allora ai layman non piacciono. Faccio un esempio citato: l' acaan di Diego. Io lo trovo un effetto molto molto buono per il pubblico, io l'ho performato pochissimo, ma un mio amico lo performa molto spesso e ottiene sempre ottimi risultati! Il fatto è che non è detto che giochi in cui bisogna riflettere un po' di più ai layman non colpiscano, anzi, possono sentirsi ancora più coinvolti. L'importante è che non ci siano momenti noiosi o confusionari che facciano perdere il filo logico.
Beh ma dipende cosa intendi per "veloci, visivi o di forte impatto". Per quanto riguarda la velocità, non c'entra solo la velocità visiva: per esempio la variante del Chicago Opener presentata da Diego qui sul canale (Predizione Impulsiva) fa uso dell'Impulsive Change di Jack Carpenter che rende l'effetto molto ma molto bello visivamente. Tuttavia l'effetto è ugualmente d'impatto (secondo me anche di più) nella versione di Daryl presentata sopra, che però ha un altro tipo di velocità (cfr. la discussione tra "tempo", "pace" e "speed" da Ortiz).
Intendo visuali e/o rapidi nell'esecuzione e/o di impatto più visivo (come il chicago opener) che concettuale (come un acaan). Io dico che negl'effetti più concettuali ci può essere ancora più coinvolgimento da parte dello spettatore perché l'effetto magico è reso dal ragionamento a posteriori che fa il pubblico che ripete mentalmente i passaggi e non trova una spiegazione logica. Solo perché non c'è lo stupore forte iniziale con annesse mani nei capelli allora la magia risulta meno forte.
Hai ragione, ma devi trovare un pubblico disponibile ad ascoltarti. Purtroppo mi capita di imbattermi in gente che non ha nessun interesse per la prestigiazione, gente che magari pensa che i giochi con le carte "sia tutta matematica" o cose del genere. A volte bisogna scaldarli un attimino con trionfi, chicago opener, perfino three cards monte o colour changes, purchè sia qualcosa di visivo, perchè se fai un Acaan a gente che ti guarda con l'aria di "si, ok ma arriva al punto" allora ha poco senso, in quanto alla fine dell'effetto si sono giá dimenticati dei passaggi intermedi, e te lo dico io che tecnicamente sono molto scarso, ma riesco a sopperire con battute pronte e capacitá di improvvisazione.
C'è gentealla quale fare un gioco porta alla stessa reazione che otterresti se lo facessi a una parete di casa (specialmente donne, chissá perchè? Forse perchè sono piú razionali). Mi è capitato proprio poco tempo fa di fare un twisting the aces e la risposta è stata "Ja vel", che tradotto sarebbe un po' come dire: "Sì, ok... e allora?". Colpa mia? Forse. O forse no. C'è gente che semplicemente sa che non abbiamo "poteri sovrannaturali", perciò sa che una spiegazione ci deve essere e poco gli importa quale essa sia. Ecco se a questi inizio a far tirare fuori numeri, fare somme, alla fine dell'effetto manco si sono ricordati quello che hanno fatto perchè non ci hanno prestato la minima attenzione...
-Francesco-

sness1
MK Champion
Messaggi: 729
Iscritto il: 01/05/2016, 19:51
Località: Bergamo

27/07/2017, 20:16

Salvi83 ha scritto:
27/07/2017, 18:37
sness1 ha scritto:
27/07/2017, 10:28
The Matt ha scritto:
26/07/2017, 18:01
Beh ma dipende cosa intendi per "veloci, visivi o di forte impatto". Per quanto riguarda la velocità, non c'entra solo la velocità visiva: per esempio la variante del Chicago Opener presentata da Diego qui sul canale (Predizione Impulsiva) fa uso dell'Impulsive Change di Jack Carpenter che rende l'effetto molto ma molto bello visivamente. Tuttavia l'effetto è ugualmente d'impatto (secondo me anche di più) nella versione di Daryl presentata sopra, che però ha un altro tipo di velocità (cfr. la discussione tra "tempo", "pace" e "speed" da Ortiz).
Intendo visuali e/o rapidi nell'esecuzione e/o di impatto più visivo (come il chicago opener) che concettuale (come un acaan). Io dico che negl'effetti più concettuali ci può essere ancora più coinvolgimento da parte dello spettatore perché l'effetto magico è reso dal ragionamento a posteriori che fa il pubblico che ripete mentalmente i passaggi e non trova una spiegazione logica. Solo perché non c'è lo stupore forte iniziale con annesse mani nei capelli allora la magia risulta meno forte.
Hai ragione, ma devi trovare un pubblico disponibile ad ascoltarti. Purtroppo mi capita di imbattermi in gente che non ha nessun interesse per la prestigiazione, gente che magari pensa che i giochi con le carte "sia tutta matematica" o cose del genere. A volte bisogna scaldarli un attimino con trionfi, chicago opener, perfino three cards monte o colour changes, purchè sia qualcosa di visivo, perchè se fai un Acaan a gente che ti guarda con l'aria di "si, ok ma arriva al punto" allora ha poco senso, in quanto alla fine dell'effetto si sono giá dimenticati dei passaggi intermedi, e te lo dico io che tecnicamente sono molto scarso, ma riesco a sopperire con battute pronte e capacitá di improvvisazione.
C'è gentealla quale fare un gioco porta alla stessa reazione che otterresti se lo facessi a una parete di casa (specialmente donne, chissá perchè? Forse perchè sono piú razionali). Mi è capitato proprio poco tempo fa di fare un twisting the aces e la risposta è stata "Ja vel", che tradotto sarebbe un po' come dire: "Sì, ok... e allora?". Colpa mia? Forse. O forse no. C'è gente che semplicemente sa che non abbiamo "poteri sovrannaturali", perciò sa che una spiegazione ci deve essere e poco gli importa quale essa sia. Ecco se a questi inizio a far tirare fuori numeri, fare somme, alla fine dell'effetto manco si sono ricordati quello che hanno fatto perchè non ci hanno prestato la minima attenzione...
Certo, capisco e sono d'accordo. Sarebbe bello in effetti trovare spettatori sempre interessati, curiosi e capaci di emozionarsi, però ovviamente non è sempre cosi e spesso non è affatto colpa nostra, allora basta capirlo, ringraziare ed andarsene. E mai, per colpa di questi tipi di reazione, sottovalutare quello che facciamo!!!!
"Magia-Amor-Libertad-Humor-Magia y el resto es nada". Juan Tamariz

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite