Donnarumma

Parliamo anche di altro!
Rispondi
Salvi83
Messaggi: 418
Iscritto il: 16/01/2017, 16:52

16/06/2017, 18:09

Ok... visto che qua siamo in off topic, voglio provare con un off topic veramente grande, tastando anche il terreno per vedere se riusciamo a introdurre l´argomento sport in questo forum :mrgreen: :mrgreen:

cosa ne pensate della vicenda Donnarumma?
Da milanista ci sono rimasto male, pero´mi piacerebbe sapere che impressione si sono fatta altri "da fuori"...
-Francesco-

Avatar utente
GabriGrimm
Team Leader
Messaggi: 4059
Iscritto il: 15/10/2013, 7:59

16/06/2017, 18:26

Mio cognato convinto milanista era disperato.
So , essendo appassionato di calcio, che nel vivaio avete un ragazzino di 17 anni più forte di lui.
L'addio di Totti ha messo fine al discorso bandiere, e non ha lasciato nulla dietro di se...
Gigio diceva di essere milanista fin da piccolo, è arrivato a giocare nella sua squadra, idolo dei tifosi e dei bambini e poi...ciao ciao.
20 anni fa sarebbe stato scalpore, oggi normalità.
Mercenari.
Real? Onestamente, chi direbbe di no?
Non voglio essere ipocrita, ma ora come ora il calcio italiano è quasi morto, lo ha dimostrato la Juventus in finale, e non aggiungo altro, c'era un gap enorme.
Ora, le cose sono due: o vince il pallone d'oro o diventa l'ennesimo Darko Pancev della storia.
Il milan dice di volerlo tenere in panchina...perchè?
Ha un contratto di lavoro e l'esempio più sano è quello di farlo lavorare fino alla fine...troppo bello starsene a pancia all'aria.
Suda Gigio suda!
E se quest'anno invece prende una caterva di goal?
100 milioni sono una bestemmia a casa mia, ma il calcio è così.
50 e Morata andrebbe più che bene.
Maledetto calcio, mi devo fermare qui altrimenti degenero.
Qual è la cosa che ti piace di più nella tua città?
...i salti alti...

Salvi83
Messaggi: 418
Iscritto il: 16/01/2017, 16:52

16/06/2017, 18:46

Guarda sara´che sono un romantico, ma io, cresciuto a Holly e Benji, dove un gruppo di bambini creava una squadra raffazzonata e poi, con gli stessi amici di sempre, arrivava a giocarsi la coppa del Mondo, avessi avuto la stessa offerta che ha ricevuto Donnarumma ( e non parlo solo in termini economici, ma la possibilità di essere pilastro della squadra, uomo immagine, bandiera e capitano) sarei andato a piedi a firmare il contratto in via Rossi.
Capisco pero´che se ti cerca una squadra vincitrice di due Champions League consecutive e dove giocano alcune delle più grandi stelle del panorama mondiale, un po´ la sicurezza incominci a vacillare. Certo che noi milanisti siamo abituati a bandiere come Baresi, Maldini, Costacurta, ma anche giocatori arrivati dopo al Milan, ma ad esso legatisi per anni fino a fine carriera (personaggi come Tassotti, Gattuso, Ambrosini, Inzaghi per citarne alcuni) e queste situazioni ci fanno male.
Lasciando comunque da parte il discorso affettivo, secondo me ha fatto male anche per un altro motivo: a Milano aveva un ambiente famigliare, una società che lo apprezzava e dei tifosi che lo osannavano ed erano pazienti e pronti a difenderlo quando sbagliava, non vi sono pressioni troppo alte per vincere o aspettative enormi: insomma aveva tutta quello che gli serviva per crescere.0
A Madrid si trovera´in un ambiente nuovo, in un paese nuovo, un pubblico molto esigente, una società in cui sarà uno dei tanti... Sara´in grado di gestire tutto questo a 18 anni?
-Francesco-

Avatar utente
GabriGrimm
Team Leader
Messaggi: 4059
Iscritto il: 15/10/2013, 7:59

16/06/2017, 18:52

Il problema è che i giocatori oggi non si gestiscono....vengono gestiti... :?
Qual è la cosa che ti piace di più nella tua città?
...i salti alti...

Dani
Messaggi: 370
Iscritto il: 03/07/2016, 11:00

16/06/2017, 19:53

GabriGrimm ha scritto:
16/06/2017, 18:26
Mio cognato convinto milanista era disperato.
So , essendo appassionato di calcio, che nel vivaio avete un ragazzino di 17 anni più forte di lui.
L'addio di Totti ha messo fine al discorso bandiere, e non ha lasciato nulla dietro di se...
Gigio diceva di essere milanista fin da piccolo, è arrivato a giocare nella sua squadra, idolo dei tifosi e dei bambini e poi...ciao ciao.
20 anni fa sarebbe stato scalpore, oggi normalità.
Mercenari.
Real? Onestamente, chi direbbe di no?
Non voglio essere ipocrita, ma ora come ora il calcio italiano è quasi morto, lo ha dimostrato la Juventus in finale, e non aggiungo altro, c'era un gap enorme.
Ora, le cose sono due: o vince il pallone d'oro o diventa l'ennesimo Darko Pancev della storia.
Il milan dice di volerlo tenere in panchina...perchè?
Ha un contratto di lavoro e l'esempio più sano è quello di farlo lavorare fino alla fine...troppo bello starsene a pancia all'aria.
Suda Gigio suda!
E se quest'anno invece prende una caterva di goal?
100 milioni sono una bestemmia a casa mia, ma il calcio è così.
50 e Morata andrebbe più che bene.
Maledetto calcio, mi devo fermare qui altrimenti degenero.
Condivido pienamente il pensiero di Grimm. Bandiere? Ti riferisci a quelle del calcio d'angolo?
Quanti sono i giocatori che baciano la maglia e poi poco dopo partono?
Il mio pensiero? Da milanista? Bravo Gigio. Scelta giusta. Risposta provocatoria? Assolutamente sì. Dai, diciamoci la verità. Ormai il Milan è morto. Lo è da anni. L'ultimo anno decenti l'ha fatto con Allegri. Allegri è via da 6 anni... Restare al Milan per cosa? La maglia? I tifosi? Ma assolutamente no. Con tutto il rispetto, Donnarumma è prima di tutto un giocatore e come tale vuole soddisfazioni. Tutti le vorremmo. Ed è giusto che vada in una squadra che gliele possa dare. Stare in una squadra il cui obiettivo primario è quello di riuscire ad arrivare in UEFA? Ma scherziamo? Sarà che ormai sono anni che sono diventato indifferente al calcio, però l'addio di Donnarumma mi lascia indifferente.
10 The numbers don't lie 10

Salvi83
Messaggi: 418
Iscritto il: 16/01/2017, 16:52

16/06/2017, 20:25

Dani ha scritto:
16/06/2017, 19:53

Condivido pienamente il pensiero di Grimm. Bandiere? Ti riferisci a quelle del calcio d'angolo?
Quanti sono i giocatori che baciano la maglia e poi poco dopo partono?
Il mio pensiero? Da milanista? Bravo Gigio. Scelta giusta. Risposta provocatoria? Assolutamente sì. Dai, diciamoci la verità. Ormai il Milan è morto. Lo è da anni. L'ultimo anno decenti l'ha fatto con Allegri. Allegri è via da 6 anni... Restare al Milan per cosa? La maglia? I tifosi? Ma assolutamente no. Con tutto il rispetto, Donnarumma è prima di tutto un giocatore e come tale vuole soddisfazioni. Tutti le vorremmo. Ed è giusto che vada in una squadra che gliele possa dare. Stare in una squadra il cui obiettivo primario è quello di riuscire ad arrivare in UEFA? Ma scherziamo? Sarà che ormai sono anni che sono diventato indifferente al calcio, però l'addio di Donnarumma mi lascia indifferente.
Sai che io invece, dopo anni di indifferenza, quest'anno ho ripreso ad appassionarmi anche grazie al progetto del Milan? Vedevo una squadra giovane, con ragazzini come Locatelli, Donnarumma, Calabria e altri giovani italiani che portavano freschezza in uno sport dominato da primedonne e star internazionali. Cosi ho anche sottoscritto (o meglio diviso a metà con un amico) l'abbonamento a un canale a pagamento che trasmette la Serie A. Era contro i miei principi dare soldi a questo sistema immorale del calcio, ma ho voluto fare un' eccezione (un po' era anche la nostalgia dell'Italia e la voglia di tenere i contatti in qualche modo) e ho capito d'aver sbagliato.
Il problema è il voler tutto e subito, non saper aspettare e questo lo si vede in tuttii campi: dal Donnarumma che vuole giocare nel Real Madrid a 18 anni a chi dopo una settimana con le carte in mano vuole imparare il pass e fare la star di youtube...
-Francesco-

Dani
Messaggi: 370
Iscritto il: 03/07/2016, 11:00

16/06/2017, 21:51

Salvi83 ha scritto:
16/06/2017, 20:25
Dani ha scritto:
16/06/2017, 19:53

Condivido pienamente il pensiero di Grimm. Bandiere? Ti riferisci a quelle del calcio d'angolo?
Quanti sono i giocatori che baciano la maglia e poi poco dopo partono?
Il mio pensiero? Da milanista? Bravo Gigio. Scelta giusta. Risposta provocatoria? Assolutamente sì. Dai, diciamoci la verità. Ormai il Milan è morto. Lo è da anni. L'ultimo anno decenti l'ha fatto con Allegri. Allegri è via da 6 anni... Restare al Milan per cosa? La maglia? I tifosi? Ma assolutamente no. Con tutto il rispetto, Donnarumma è prima di tutto un giocatore e come tale vuole soddisfazioni. Tutti le vorremmo. Ed è giusto che vada in una squadra che gliele possa dare. Stare in una squadra il cui obiettivo primario è quello di riuscire ad arrivare in UEFA? Ma scherziamo? Sarà che ormai sono anni che sono diventato indifferente al calcio, però l'addio di Donnarumma mi lascia indifferente.
Sai che io invece, dopo anni di indifferenza, quest'anno ho ripreso ad appassionarmi anche grazie al progetto del Milan? Vedevo una squadra giovane, con ragazzini come Locatelli, Donnarumma, Calabria e altri giovani italiani che portavano freschezza in uno sport dominato da primedonne e star internazionali. Cosi ho anche sottoscritto (o meglio diviso a metà con un amico) l'abbonamento a un canale a pagamento che trasmette la Serie A. Era contro i miei principi dare soldi a questo sistema immorale del calcio, ma ho voluto fare un' eccezione (un po' era anche la nostalgia dell'Italia e la voglia di tenere i contatti in qualche modo) e ho capito d'aver sbagliato.
Il problema è il voler tutto e subito, non saper aspettare e questo lo si vede in tuttii campi: dal Donnarumma che vuole giocare nel Real Madrid a 18 anni a chi dopo una settimana con le carte in mano vuole imparare il pass e fare la star di youtube...
Puoi avere tutte le giovani promesse che vuoi, ma cosa te ne fai se le vendi non appena iniziano a sbocciare? È questo che non mi piace più del Milan: non appena trovano un potenziale campione, ecco che lo vendono.
Per quanto riguarda il discorso Donnarumma: è troppo presto per il Real? Forse. Ma il fatto che il Real oggi ha bussato, non significa che sicuramente busserà anche domani...
10 The numbers don't lie 10

alexfed
Messaggi: 495
Iscritto il: 19/10/2014, 19:05

17/06/2017, 6:44

Salvi83 ha scritto:
16/06/2017, 18:46
a Milano aveva un ambiente famigliare, una società che lo apprezzava e dei tifosi che lo osannavano ed erano pazienti e pronti a difenderlo quando sbagliava, non vi sono pressioni troppo alte per vincere o aspettative enormi: insomma aveva tutta quello che gli serviva per crescere.0
A Madrid si trovera´in un ambiente nuovo, in un paese nuovo, un pubblico molto esigente, una società in cui sarà uno dei tanti... Sara´in grado di gestire tutto questo a 18 anni?
Hai centrato il punto, il Real rischia di essere una cosa troppo grossa per lui proprio perché non perdona come farebbe il Milan. E comunque se mi avessero proposto un super ingaggio da cinque milioni nella squadra che tifo (o dico di tifare) a diciott'anni non ci penserei due volte a rimanere, visto che il progetto per questa stagione è stato avviato al meglio. Poi magari c'è il rischio di fare come Scuffet e passare dall'interessamento dell'Atletico Madrid a secondo portiere dell'Udinese, ma io sarei rimasto almeno un altro annetto a farmi coccolare nella mia squadra del cuore. Poi sono interista e mi fa solo piacere che se ne vada eh :lol:
"Le carte sono la poesia della magia." (Johann Nepomuk Hofzinser)

Avatar utente
GabriGrimm
Team Leader
Messaggi: 4059
Iscritto il: 15/10/2013, 7:59

17/06/2017, 9:15

Il Milan ha un progetto, sono entrati molti milioni, gli investimenti li sta facendo, e i giocatori che ha preso sono molto buoni...non sono però giocatori da champions, ma è anche vero che bisogna fare le cose piano piano, altrimenti si fa la fine dell'Inter e della Lazio, che per vincere scudetto e fare una triplete ha fallito, ma sopratutto ha mandato a casa padri di famiglia, dato che riversavano i debiti sulle aziende.
Il calcio è un gioco, purtroppo ha preso una piega sbagliata, girano troppi soldi e troppe prime donne.
Troppi addominali e tagli di capelli estrosi alla faccia del buon vecchio pelo alla Bergomi e la pancia di Cantonà o Maradona.
Uomini o modelli?
Quando andò via Batistuta capii che non ce ne sarebbe stato nessun altro come lui, e tutt'oggi lo sto aspettando, ma lui era il bomber, e morirò con questo pensiero e questo bel ricordo di lui, quando faceva gonfiare le reti e smitragliava sotto la Fiesole.
E' cambiato tutto, proprio il concetto di calcio, il male del calcio sono i procuratori, non me lo leva dalla testa nessuno.
Ho letto che l'Inter è interessato al Berna...vai, vai con Dios, voglio vedere i ragazzini giocare e fare un c..o così ai campioni, sono contento che i Della Valle tengano più ai padri di famiglia che lavorano per loro piuttosto che agli infanti guidatori di macchinoni di lusso.
Quanto arriviamo quest'anno? Booooooo????
Mi voglio divertire, correre correre e correre!!!!!!
Gigio ha fatot la sua scelta, spero vinca il pallone d'oro e che ci faccia vincere i futuri mondiali.
Qual è la cosa che ti piace di più nella tua città?
...i salti alti...

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti