Approfondimento sulla misdirection

Considerazioni su effetti, eisibizioni e sull'arte magica in generale.
MarcoLostSomething
Moderatore
Messaggi: 1228
Iscritto il: 29/04/2016, 10:50

20/08/2016, 18:10

The Matt ha scritto: Uhm, sarebbe un concetto "nuovo" per me quello di copertura dinamica, ma mi domando se non sia un po'lo stesso tipo di misdirection di Slydini. Puoi approfondire il tuo pensiero a proposito? Mi pare interessante.
Mi e' venuto in mente dal suo lapping che e' appunto dinamico, ovvero ogni azione accade "in motion", a tal punto da costruire anche un personaggio che non si ferma mai.
Quando sposta gli oggetti lo fa in maniera veloce, perche l'occhio umano non riesce a seguire i movimenti rapidi, nonostante riesca a vederli nella loro interezza.
Nonostante la differenza sembra essere sottile (perche l'occhio in fin dei conti anche se non riesce a seguire riesce a prevedere il movimento degli oggetti), guardando le performance di Yann mi sembra che sia qualcosa di diverso dalla misdirection pesata e naturalizzata.
Forse si tratta di una sfumatura legata al ritmo (o tempo) della performance: come nel cheating dove la misdirection non esiste se non legata al timing costante di ogni mossa.
Ovvero finche ogni azione mantiene il tempo delle altre non risalta, e rimane anonimamente mescolata nel tutto.
(Un po' come quando c'e' un rumore anche fastidioso, che non ci giriamo a vedere cosa e' finche non smette per un attimo.. e poi ricomincia).

Ho un po' fatto un po' di brainstorming su quello che avevo in mente, cercando di collegare il tutto in maniera quasi sensata

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1300
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

20/08/2016, 18:13

MarcoLostSomething ha scritto:
The Matt ha scritto: Uhm, sarebbe un concetto "nuovo" per me quello di copertura dinamica, ma mi domando se non sia un po'lo stesso tipo di misdirection di Slydini. Puoi approfondire il tuo pensiero a proposito? Mi pare interessante.
Mi e' venuto in mente dal suo lapping che e' appunto dinamico, ovvero ogni azione accade "in motion", a tal punto da costruire anche un personaggio che non si ferma mai.
Quando sposta gli oggetti lo fa in maniera veloce, perche l'occhio umano non riesce a seguire i movimenti rapidi, nonostante riesca a vederli nella loro interezza.
Nonostante la differenza sembra essere sottile (perche l'occhio in fin dei conti anche se non riesce a seguire riesce a prevedere il movimento degli oggetti), guardando le performance di Yann mi sembra che sia qualcosa di diverso dalla misdirection pesata e naturalizzata.
Forse si tratta di una sfumatura legata al ritmo (o tempo) della performance: come nel cheating dove la misdirection non esiste se non legata al timing costante di ogni mossa.
Ovvero finche ogni azione mantiene il tempo delle altre non risalta, e rimane anonimamente mescolata nel tutto.
(Un po' come quando c'e' un rumore anche fastidioso, che non ci giriamo a vedere cosa e' finche non smette per un attimo.. e poi ricomincia).

Ho un po' fatto un po' di brainstorming su quello che avevo in mente, cercando di collegare il tutto in maniera quasi sensata
È interessante ciò che dici. Sembra un'"estremizzazione" del tipo di misdirection che mostra Slydini nel video sopra, non pensi?
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

MarcoLostSomething
Moderatore
Messaggi: 1228
Iscritto il: 29/04/2016, 10:50

20/08/2016, 19:24

The Matt ha scritto: È interessante ciò che dici. Sembra un'"estremizzazione" del tipo di misdirection che mostra Slydini nel video sopra, non pensi?
Quasi, si! Ma decisamente piu' estrema.
Mi permetto di linkare il video in questione per chi non lo conosca:



La misdirection e' data proprio dal movimento; per esempio a 1:52 quando appoggia le palline, la mossa e' apertissima, ma coperta dalla dinamica che il nostro cervello non vede, ma prevede.. per poi rimanere sorpresi quando la pallina che ci aspettavamo appoggiasse in realta' non c'e'
Ultima modifica di MarcoLostSomething il 21/08/2016, 10:31, modificato 1 volta in totale.

MarcoLostSomething
Moderatore
Messaggi: 1228
Iscritto il: 29/04/2016, 10:50

20/08/2016, 19:57

EDIT: doppio messaggio. E mi sono anche quotato da solo.
Ultima modifica di MarcoLostSomething il 21/08/2016, 10:32, modificato 1 volta in totale.

Dani
Messaggi: 370
Iscritto il: 03/07/2016, 11:00

20/08/2016, 22:46

The Matt ha scritto: Terzo tipo di misdirection (...) In maniera generale, il performer compie dei gesti che vengono interpretati in maniera errata da chi osserva: questo richiede per esempio la simulazione di un gesto (se possibile un gesto naturale, ma non è una conditio sine qua non) per coprire un gesto reale. Fa uso tra le altre cose della tendenza nell'essere umano a completare ciò che capita, o per dirla in modo diverso, a fare assunti su ciò che il cervello non vede direttamente.
Scusate l'ignoranza gente, ma non ho ben compreso questa parte. In pratica si fa finta di fare un gesto per non far vedere il reale gesto che si sta compiendo? Può essere, ad esempio, far finta di squadrare il mazzo per eseguire, invece, una DP? O sto dicendo una stupidata? :lol:
10 The numbers don't lie 10

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1300
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

21/08/2016, 8:55

Dani ha scritto:
The Matt ha scritto: Terzo tipo di misdirection (...) In maniera generale, il performer compie dei gesti che vengono interpretati in maniera errata da chi osserva: questo richiede per esempio la simulazione di un gesto (se possibile un gesto naturale, ma non è una conditio sine qua non) per coprire un gesto reale. Fa uso tra le altre cose della tendenza nell'essere umano a completare ciò che capita, o per dirla in modo diverso, a fare assunti su ciò che il cervello non vede direttamente.
Scusate l'ignoranza gente, ma non ho ben compreso questa parte. In pratica si fa finta di fare un gesto per non far vedere il reale gesto che si sta compiendo? Può essere, ad esempio, far finta di squadrare il mazzo per eseguire, invece, una DP? O sto dicendo una stupidata? :lol:
No, hai capito esattamente. O come quando apri le carte a nastro in mano per prendere un break quando richiudi. Ma non si tratta solo di gesti attivi: alle volte è anche solo lo sguardo che crea questo tipo di misdirection: il nostro cervello non ama - per dire così - l'incompletezza. Se quindi fai il gesto di lanciare una moneta in una mano il nostro cervello si convincerà che la moneta è transitata anche se in realtà i tuoi occhi la moneta proprio non l'hanno vista.

Una cosa molto strana del nostro cervello è che non trova difficile dubitare di quello che vede per davvero, ma fa fatica a mettere in discussione ciò che ha "inventato": se tu mescoli di fronte a uno spettatore, questi riuscirà a mettere in dubbio che tu mescoli per davvero, ma se fai un D'Amico change, non metterà in dubbio nemmeno per un secondo che la carta che hai messo in mezzo fosse proprio la sua - questo perché è il suo cervello, non la sua vista, che l'ha convinto di ciò :lol:
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

tubyno
Messaggi: 954
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

21/08/2016, 14:01

The Matt ha scritto:Bellissimo video ;) e il top change è tutta misdirection. Alcuni altri modi di coprire il top change sono illustrati nel Card College 1. Ne conosci altri?

NO, conosco anche io solo quelli spiegati nel Card College I ... ma sullo stesso libro è spiegato l'effetto "Il Portafortuna" - pag. 211 , che utilizza, tra le varie tecniche, anche il Top Change.... ho trovato questa interessante esecuzione del suddetto 'effetto, con delle varianti rispetto al Card College I, ma l'esecuzione del Top Change è come spiegata nel predetto effetto:

https://youtu.be/FWzYgKuYe1U?t=187 (min, 3:07);

https://youtu.be/u7h3iZZCLJk?t=183 (min. 3:03).

Nel primo video, dove l'inquadratura è SOLO sull'esecutore, il Top Change mi risulta piu' evidente rispetto al secondo video dove l'esecutore è di spalle.... questa mia impressione è solo perchè conosco la tecnica?... NON credo... a mio parere è la dimostrazione che, la misdirection, dipende anche dalla posizione dell'osservatore rispetto all'esecutore e dalla giusta tempistica di quest'ultimo nell'eseguirla..... e da altro, come il corpo dell'esecutore in tensione.....

.....sull'effetto del primo video, puoi "gustarti" la seguente disamina dei due Top del forum : Klan e S.W. Erdnase:

http://www.klan52.com/viewtopic.php?f=2 ... erformance

Nel secondo video, l'esecutore è di spalle e viene inquadrato anche il pubblico..... in tal caso, il Top Change, mi sembra meno evidente.... cio' dimostra a mio parere che, alcuni effetti, andrebbero giudicati dal vivo, in quanto, guardandoli con Youtube, potrebbero avere un impatto diverso. all'osservatore.

Altro video interessante sul Top Change è nell'effetto "il Principe Ranocchio" di Preverino:

https://youtu.be/uKRvf3UndPM?t=168 (min. 3:01)

ma anche in tal caso l'inquadratura è sul prestigiatore ed il Top Change, al mio sguardo, risulta piu' evidente....

Ciao e grazie MILLE!

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1300
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

22/08/2016, 6:05

Grazie mille della bella analisi! :)
In ogni caso secondo me i top change che hai presentato sono buoni. Certo, non sfuggiranno di certo all'occhio esperto (e soprattutto non a chi sa già come si conclude l'effetto): ma non dimentichiamo che la magia è per tutti, e un top change difficilmente non verrà visto dal mago quando se lo aspetta, foss'anche perfetto. L'unica cosa che posso imputare al primo video è di farlo quasi troppo sfacciato, ma il movimento è impercettibile, e anche chi notasse le mani che vanno insieme, non credo che noterà lo scambio della carta. ;)
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

Avatar utente
Rinhos
Messaggi: 410
Iscritto il: 03/07/2014, 22:19

09/10/2016, 12:18

Topic interessante. ;)

Mi permetto solo di aggiungere qualche esempio alla già ricca letteratura già citata:

per me, per capire cos'è la misdirection nella sua intera completezza, basta leggere:

1) I cinque punti nella Magia di Tamariz
2) Le prime 50 pagine di "Books of Wonder vol. 1" di Tommy Wonder

soprattutto il secondo libro è veramente una miniera d'oro (probabilmente il mio libro di magia preferito, e appena lo finisco lo recensisco....ci vorrà un po' :D ). Non a caso Wonder mette questo capitolo all'inizio dei suoi due tomi, e copre una quantità di informazioni veramente enorme: cos'è la misdirection, perché è SBAGLIATO chiamarla misdirection (o, perlomeno, è molto controproducente a livello psicologico per l'esecutore), come ottenerla, come ottenerla correttamente etc.

Essenzialmente, stiamo parlando di controllo dell'attenzione (e non dello sguardo).
Il controllo dell'attenzione si può ottenere in tanti modi e non solo con le mani: ad esempio:

1) Creare momenti di rilassamento: questa è un'arma a doppio taglio, perché in un momento di rilassamento vige, diciamo, l'"anarchia". La concentrazione è minore, è vero, ma non si ha più il controllo degli spettatori che possono guardare ovunque, anche dove non dovrebbero. La cosa si nota di più quando si lavora in parlour o in ambienti da cabaret., dove si ha un vero e proprio pubblico. Si può fare in diversi modi: con una battuta, creando tensione e poi rilasciandola, facendo una "finta", facendo un effetto incredibile ed inaspettato (come una grossa produzione) etc.

2) portando attenzione su un altro aspetto (ma lo sguardo rimane dove la mossa sporca avviene): il classico esempio della conta di Elmsley, dicendo "è importante che nessuna carta sia a faccia in giù, ok?", e in questo nessuno nota che....vabbe', ci siamo capiti ;)

3) dando a qualcuno qualcosa da fare: se si ha uno spettatore incredibilmente rompiscatole e noioso, basta tagliarlo fuori dai giochi. Fagli tenere il tempo di qualcosa, dagli un oggetto da sorvegliare, fagli controllare un mazzo.

e così via ;)
If you have a stacked deck, and a spectator says "hey, can I shuffle the deck?" "Of course!" ...shit! but of course!

Mauri
Messaggi: 135
Iscritto il: 11/01/2018, 22:31

22/03/2018, 20:44

Che ne dite, anche il seguente fa parte della misdirection? .. oppure non c'entra niente

quando mi hanno spiegato come usare il mezzo falso pollice..
mi hanno detto che il miglior modo è puntare con la mano a grappolo proprio il pollice in faccia allo spettatore..
In quel momento è chiaramente visibile.. ma si trova nel punto "più visibile" dove mai lo spettatore si aspetterebbe qualcosa.. e per questo non lo nota
In questo caso si può proprio dire di farla sotto il naso di qualcuno.

Un mio vecchio compagno al liceo quando veniva interrogato,
non usava scrivere piccole cose sulla mano .. come in tanti abbiamo fatto
appendeva direttamente dei grossi fogli sulla cattedra.. dove mai l'insegnante si sarebbe aspettato

Ma non ve lo cosiglio.. prendeva 4 lo stesso :lol: :lol: :lol: :lol:
-----------------------------------------------------------------
Quando ero bambino mia madre mi chiese: cosa vuoi fare quando diventerai adulto? "Il Mago" risposi io
E lei mi disse: no, non puoi fare entrambe le cose :D

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite