L'arsenale, di G. Preverino

Quali sono i testi che volete consigliare e perché? Volete info per sapere se acquistare o meno?
Avatar utente
katun82
Messaggi: 241
Iscritto il: 19/04/2014, 15:14

27/10/2017, 15:39

Premetto: chiedo scusa in anticipo al maestro Preverino, io sono l'ultima persona al mondo in grado di fare una recensione ad un libro, men che meno a questo "vero" Arsenale qual'è la sua ultima fatica. Mi limiterò pertanto a provare a spiegarvi cosa ho provato nel leggerlo.. Stupore, meraviglia, incredulità. Sono solo parole e nemmeno bastano per descrivere appieno il contenuto di questa magnifica opera. Partiamo da un concetto basilare: si, l'Arsenale usa lo stack, o meglio, gli stacks della Mnemonica di Tamariz. Perché gli stacks e non lo stack: semplicemente perchè Tamariz, nel suo libro "Sinfonia in Mnemonica maggiore", descrive non solo effetti e particolarità del suo stack principale (ottenibile da un mazzo nuovo appena aperto), ma anche come arrivare ad avere altri 8 stacks (7 normali più uno a specchio) tutti ottenibili partendo dallo stack principale per mezzo di miscugli. Ebbene, Preverino descrive effetti di ogni tipo con tutti e 9 gli stacks della Mnemonica, aggiungendo all'opera principale la novità assoluta della capacità di sfruttare tale ordine senza conoscere a memoria assolutamente niente. Pazzesco vero? Si, davvero pazzesco! l'Arsenale è suddiviso in capitoli nei quali sono spiegati effetti bellissimi di ogni tipo: compitazioni, apparizioni, dimostrazioni di giochi d'azzardo, classici della cartomagia, ognuno dei quali può essere collegato a qualsiasi altro effetto solamente facendo un miscuglio, a seconda delle varie esigenze. Un libro impegnativo, sofisticato. Io conosco a memoria lo stack di Tamariz e devo dire che sono riuscito ad apprezzare, forse meglio, tutti gli effetti contenuti nel libro. Ma non solo effetti: ci sono una miriade di consigli sulle tecniche più spesso utilizzate, esempio il controllo sotto al nastro, un esauriente appendice sull'anti-faro, giochi estranei alla preordinazione, finali di routine spettacolari, aneddoti, citazioni.. Insomma, mai titolo fu più appropriato! Per padroneggiare questo ben di Dio ci vorrà molto studio e dedizione, ma credetemi: il gioco vale la candela! Sinfonia in Mnemonica maggiore + l'Arsenale.. Mix esplosivo! Usare un mazzo memorizzato e non saperlo a memoria potrebbe sembrare un'utopia, Preverino l'ha ampiamente dimostrato. Un libro che mi ha stregato, letto in un giorno tutto d'un fiato provando, per ogni capitolo, ogni effetto, ogni routine, un immenso stupore e meraviglia. Lo studierò con avidità, sarà il mio prossimo compagno di viaggio per molti mesi, anzi, per molti anni. Senza ovviamente tralasciare la tecnica. E soprattutto, per quel che mi riguarda, un ottimo metodo per migliorare le tecniche basilari in cartomagia. Se prenderete l'Arsenale e vorrete farlo "vostro" allora significa che state per salire di livello nel vostro percorso cartomagico.
Dritto per dritto

Avatar utente
Tubbadù
Messaggi: 780
Iscritto il: 28/04/2017, 17:37
Località: Torino, Mirafiori sud

27/10/2017, 16:18

katun82 ha scritto:
27/10/2017, 15:39
Premetto: chiedo scusa in anticipo al maestro Preverino, io sono l'ultima persona al mondo in grado di fare una recensione ad un libro, men che meno a questo "vero" Arsenale qual'è la sua ultima fatica. Mi limiterò pertanto a provare a spiegarvi cosa ho provato nel leggerlo.. Stupore, meraviglia, incredulità. Sono solo parole e nemmeno bastano per descrivere appieno il contenuto di questa magnifica opera. Partiamo da un concetto basilare: si, l'Arsenale usa lo stack, o meglio, gli stacks della Mnemonica di Tamariz. Perché gli stacks e non lo stack: semplicemente perchè Tamariz, nel suo libro "Sinfonia in Mnemonica maggiore", descrive non solo effetti e particolarità del suo stack principale (ottenibile da un mazzo nuovo appena aperto), ma anche come arrivare ad avere altri 8 stacks (7 normali più uno a specchio) tutti ottenibili partendo dallo stack principale per mezzo di miscugli. Ebbene, Preverino descrive effetti di ogni tipo con tutti e 9 gli stacks della Mnemonica, aggiungendo all'opera principale la novità assoluta della capacità di sfruttare tale ordine senza conoscere a memoria assolutamente niente. Pazzesco vero? Si, davvero pazzesco! l'Arsenale è suddiviso in capitoli nei quali sono spiegati effetti bellissimi di ogni tipo: compitazioni, apparizioni, dimostrazioni di giochi d'azzardo, classici della cartomagia, ognuno dei quali può essere collegato a qualsiasi altro effetto solamente facendo un miscuglio, a seconda delle varie esigenze. Un libro impegnativo, sofisticato. Io conosco a memoria lo stack di Tamariz e devo dire che sono riuscito ad apprezzare, forse meglio, tutti gli effetti contenuti nel libro. Ma non solo effetti: ci sono una miriade di consigli sulle tecniche più spesso utilizzate, esempio il controllo sotto al nastro, un esauriente appendice sull'anti-faro, giochi estranei alla preordinazione, finali di routine spettacolari, aneddoti, citazioni.. Insomma, mai titolo fu più appropriato! Per padroneggiare questo ben di Dio ci vorrà molto studio e dedizione, ma credetemi: il gioco vale la candela! Sinfonia in Mnemonica maggiore + l'Arsenale.. Mix esplosivo! Usare un mazzo memorizzato e non saperlo a memoria potrebbe sembrare un'utopia, Preverino l'ha ampiamente dimostrato. Un libro che mi ha stregato, letto in un giorno tutto d'un fiato provando, per ogni capitolo, ogni effetto, ogni routine, un immenso stupore e meraviglia. Lo studierò con avidità, sarà il mio prossimo compagno di viaggio per molti mesi, anzi, per molti anni. Senza ovviamente tralasciare la tecnica. E soprattutto, per quel che mi riguarda, un ottimo metodo per migliorare le tecniche basilari in cartomagia. Se prenderete l'Arsenale e vorrete farlo "vostro" allora significa che state per salire di livello nel vostro percorso cartomagico.
Grazie della bellissima recensione! Mi hai convinto :D appena mi butterò sullo studio dei mazzi memorizzati pensò che sarà in cima alla lista degli acquisti (dopo sinfonia in mnemonica maggiore ovviamente) ;)
Ale

Simo
Messaggi: 310
Iscritto il: 06/08/2016, 12:39

27/10/2017, 18:06

katun82 ha scritto:
27/10/2017, 15:39
Premetto: chiedo scusa in anticipo al maestro Preverino, io sono l'ultima persona al mondo in grado di fare una recensione ad un libro, men che meno a questo "vero" Arsenale qual'è la sua ultima fatica. Mi limiterò pertanto a provare a spiegarvi cosa ho provato nel leggerlo.. Stupore, meraviglia, incredulità. Sono solo parole e nemmeno bastano per descrivere appieno il contenuto di questa magnifica opera. Partiamo da un concetto basilare: si, l'Arsenale usa lo stack, o meglio, gli stacks della Mnemonica di Tamariz. Perché gli stacks e non lo stack: semplicemente perchè Tamariz, nel suo libro "Sinfonia in Mnemonica maggiore", descrive non solo effetti e particolarità del suo stack principale (ottenibile da un mazzo nuovo appena aperto), ma anche come arrivare ad avere altri 8 stacks (7 normali più uno a specchio) tutti ottenibili partendo dallo stack principale per mezzo di miscugli. Ebbene, Preverino descrive effetti di ogni tipo con tutti e 9 gli stacks della Mnemonica, aggiungendo all'opera principale la novità assoluta della capacità di sfruttare tale ordine senza conoscere a memoria assolutamente niente. Pazzesco vero? Si, davvero pazzesco! l'Arsenale è suddiviso in capitoli nei quali sono spiegati effetti bellissimi di ogni tipo: compitazioni, apparizioni, dimostrazioni di giochi d'azzardo, classici della cartomagia, ognuno dei quali può essere collegato a qualsiasi altro effetto solamente facendo un miscuglio, a seconda delle varie esigenze. Un libro impegnativo, sofisticato. Io conosco a memoria lo stack di Tamariz e devo dire che sono riuscito ad apprezzare, forse meglio, tutti gli effetti contenuti nel libro. Ma non solo effetti: ci sono una miriade di consigli sulle tecniche più spesso utilizzate, esempio il controllo sotto al nastro, un esauriente appendice sull'anti-faro, giochi estranei alla preordinazione, finali di routine spettacolari, aneddoti, citazioni.. Insomma, mai titolo fu più appropriato! Per padroneggiare questo ben di Dio ci vorrà molto studio e dedizione, ma credetemi: il gioco vale la candela! Sinfonia in Mnemonica maggiore + l'Arsenale.. Mix esplosivo! Usare un mazzo memorizzato e non saperlo a memoria potrebbe sembrare un'utopia, Preverino l'ha ampiamente dimostrato. Un libro che mi ha stregato, letto in un giorno tutto d'un fiato provando, per ogni capitolo, ogni effetto, ogni routine, un immenso stupore e meraviglia. Lo studierò con avidità, sarà il mio prossimo compagno di viaggio per molti mesi, anzi, per molti anni. Senza ovviamente tralasciare la tecnica. E soprattutto, per quel che mi riguarda, un ottimo metodo per migliorare le tecniche basilari in cartomagia. Se prenderete l'Arsenale e vorrete farlo "vostro" allora significa che state per salire di livello nel vostro percorso cartomagico.
Recensione stupenda, lo acquisterò sicuramente
"Le carte sono come degli esseri viventi, palpitanti e dovrebbero essere trattati come tali."
Dai Vernon

Avatar utente
kbmagician
Messaggi: 79
Iscritto il: 26/11/2015, 13:15

28/10/2017, 13:44

katun82 ha scritto:
27/10/2017, 15:39
Premetto: chiedo scusa in anticipo al maestro Preverino, io sono l'ultima persona al mondo in grado di fare una recensione ad un libro, men che meno a questo "vero" Arsenale qual'è la sua ultima fatica. Mi limiterò pertanto a provare a spiegarvi cosa ho provato nel leggerlo.. Stupore, meraviglia, incredulità. Sono solo parole e nemmeno bastano per descrivere appieno il contenuto di questa magnifica opera. Partiamo da un concetto basilare: si, l'Arsenale usa lo stack, o meglio, gli stacks della Mnemonica di Tamariz. Perché gli stacks e non lo stack: semplicemente perchè Tamariz, nel suo libro "Sinfonia in Mnemonica maggiore", descrive non solo effetti e particolarità del suo stack principale (ottenibile da un mazzo nuovo appena aperto), ma anche come arrivare ad avere altri 8 stacks (7 normali più uno a specchio) tutti ottenibili partendo dallo stack principale per mezzo di miscugli. Ebbene, Preverino descrive effetti di ogni tipo con tutti e 9 gli stacks della Mnemonica, aggiungendo all'opera principale la novità assoluta della capacità di sfruttare tale ordine senza conoscere a memoria assolutamente niente. Pazzesco vero? Si, davvero pazzesco! l'Arsenale è suddiviso in capitoli nei quali sono spiegati effetti bellissimi di ogni tipo: compitazioni, apparizioni, dimostrazioni di giochi d'azzardo, classici della cartomagia, ognuno dei quali può essere collegato a qualsiasi altro effetto solamente facendo un miscuglio, a seconda delle varie esigenze. Un libro impegnativo, sofisticato. Io conosco a memoria lo stack di Tamariz e devo dire che sono riuscito ad apprezzare, forse meglio, tutti gli effetti contenuti nel libro. Ma non solo effetti: ci sono una miriade di consigli sulle tecniche più spesso utilizzate, esempio il controllo sotto al nastro, un esauriente appendice sull'anti-faro, giochi estranei alla preordinazione, finali di routine spettacolari, aneddoti, citazioni.. Insomma, mai titolo fu più appropriato! Per padroneggiare questo ben di Dio ci vorrà molto studio e dedizione, ma credetemi: il gioco vale la candela! Sinfonia in Mnemonica maggiore + l'Arsenale.. Mix esplosivo! Usare un mazzo memorizzato e non saperlo a memoria potrebbe sembrare un'utopia, Preverino l'ha ampiamente dimostrato. Un libro che mi ha stregato, letto in un giorno tutto d'un fiato provando, per ogni capitolo, ogni effetto, ogni routine, un immenso stupore e meraviglia. Lo studierò con avidità, sarà il mio prossimo compagno di viaggio per molti mesi, anzi, per molti anni. Senza ovviamente tralasciare la tecnica. E soprattutto, per quel che mi riguarda, un ottimo metodo per migliorare le tecniche basilari in cartomagia. Se prenderete l'Arsenale e vorrete farlo "vostro" allora significa che state per salire di livello nel vostro percorso cartomagico.
grazie mille per la bellissima recensione! appena avrò finito di studiare "il sinfonia" mi dedicherò a questo!

Avatar utente
katun82
Messaggi: 241
Iscritto il: 19/04/2014, 15:14

28/10/2017, 16:27

kbmagician ha scritto:
28/10/2017, 13:44
katun82 ha scritto:
27/10/2017, 15:39
Premetto: chiedo scusa in anticipo al maestro Preverino, io sono l'ultima persona al mondo in grado di fare una recensione ad un libro, men che meno a questo "vero" Arsenale qual'è la sua ultima fatica. Mi limiterò pertanto a provare a spiegarvi cosa ho provato nel leggerlo.. Stupore, meraviglia, incredulità. Sono solo parole e nemmeno bastano per descrivere appieno il contenuto di questa magnifica opera. Partiamo da un concetto basilare: si, l'Arsenale usa lo stack, o meglio, gli stacks della Mnemonica di Tamariz. Perché gli stacks e non lo stack: semplicemente perchè Tamariz, nel suo libro "Sinfonia in Mnemonica maggiore", descrive non solo effetti e particolarità del suo stack principale (ottenibile da un mazzo nuovo appena aperto), ma anche come arrivare ad avere altri 8 stacks (7 normali più uno a specchio) tutti ottenibili partendo dallo stack principale per mezzo di miscugli. Ebbene, Preverino descrive effetti di ogni tipo con tutti e 9 gli stacks della Mnemonica, aggiungendo all'opera principale la novità assoluta della capacità di sfruttare tale ordine senza conoscere a memoria assolutamente niente. Pazzesco vero? Si, davvero pazzesco! l'Arsenale è suddiviso in capitoli nei quali sono spiegati effetti bellissimi di ogni tipo: compitazioni, apparizioni, dimostrazioni di giochi d'azzardo, classici della cartomagia, ognuno dei quali può essere collegato a qualsiasi altro effetto solamente facendo un miscuglio, a seconda delle varie esigenze. Un libro impegnativo, sofisticato. Io conosco a memoria lo stack di Tamariz e devo dire che sono riuscito ad apprezzare, forse meglio, tutti gli effetti contenuti nel libro. Ma non solo effetti: ci sono una miriade di consigli sulle tecniche più spesso utilizzate, esempio il controllo sotto al nastro, un esauriente appendice sull'anti-faro, giochi estranei alla preordinazione, finali di routine spettacolari, aneddoti, citazioni.. Insomma, mai titolo fu più appropriato! Per padroneggiare questo ben di Dio ci vorrà molto studio e dedizione, ma credetemi: il gioco vale la candela! Sinfonia in Mnemonica maggiore + l'Arsenale.. Mix esplosivo! Usare un mazzo memorizzato e non saperlo a memoria potrebbe sembrare un'utopia, Preverino l'ha ampiamente dimostrato. Un libro che mi ha stregato, letto in un giorno tutto d'un fiato provando, per ogni capitolo, ogni effetto, ogni routine, un immenso stupore e meraviglia. Lo studierò con avidità, sarà il mio prossimo compagno di viaggio per molti mesi, anzi, per molti anni. Senza ovviamente tralasciare la tecnica. E soprattutto, per quel che mi riguarda, un ottimo metodo per migliorare le tecniche basilari in cartomagia. Se prenderete l'Arsenale e vorrete farlo "vostro" allora significa che state per salire di livello nel vostro percorso cartomagico.
grazie mille per la bellissima recensione! appena avrò finito di studiare "il sinfonia" mi dedicherò a questo!
fai benissimo ottima scelta! hai gia imparato tutto lo stack?
Dritto per dritto

tubyno
Messaggi: 920
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

27/12/2017, 22:20

katun82 ha scritto:
27/10/2017, 15:39
Mix esplosivo! Usare un mazzo memorizzato e non saperlo a memoria potrebbe sembrare un'utopia, Preverino l'ha ampiamente dimostrato. Un libro che mi ha stregato, letto in un giorno tutto d'un fiato provando, per ogni capitolo, ogni effetto, ogni routine, un immenso stupore e meraviglia. Lo studierò con avidità, sarà il mio prossimo compagno di viaggio per molti mesi, anzi, per molti anni. Senza ovviamente tralasciare la tecnica. E soprattutto, per quel che mi riguarda, un ottimo metodo per migliorare le tecniche basilari in cartomagia. Se prenderete l'Arsenale e vorrete farlo "vostro" allora significa che state per salire di livello nel vostro percorso cartomagico.
Io, NON ho studiato il mazzo memorizzato di Tamariz ma se ho ben capito posso comunque eseguire gli effetti del libro senza avere questa conoscenza?



Ciao e grazie MILLE!

Avatar utente
katun82
Messaggi: 241
Iscritto il: 19/04/2014, 15:14

27/12/2017, 23:20

tubyno ha scritto:
27/12/2017, 22:20
katun82 ha scritto:
27/10/2017, 15:39
Mix esplosivo! Usare un mazzo memorizzato e non saperlo a memoria potrebbe sembrare un'utopia, Preverino l'ha ampiamente dimostrato. Un libro che mi ha stregato, letto in un giorno tutto d'un fiato provando, per ogni capitolo, ogni effetto, ogni routine, un immenso stupore e meraviglia. Lo studierò con avidità, sarà il mio prossimo compagno di viaggio per molti mesi, anzi, per molti anni. Senza ovviamente tralasciare la tecnica. E soprattutto, per quel che mi riguarda, un ottimo metodo per migliorare le tecniche basilari in cartomagia. Se prenderete l'Arsenale e vorrete farlo "vostro" allora significa che state per salire di livello nel vostro percorso cartomagico.
Io, NON ho studiato il mazzo memorizzato di Tamariz ma se ho ben capito posso comunque eseguire gli effetti del libro senza avere questa conoscenza?



Ciao e grazie MILLE!
Si esatto!
Dritto per dritto

tubyno
Messaggi: 920
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

29/12/2017, 17:08

katun82 ha scritto:
27/12/2017, 23:20
tubyno ha scritto:
27/12/2017, 22:20
katun82 ha scritto:
27/10/2017, 15:39
Mix esplosivo! Usare un mazzo memorizzato e non saperlo a memoria potrebbe sembrare un'utopia, Preverino l'ha ampiamente dimostrato. Un libro che mi ha stregato, letto in un giorno tutto d'un fiato provando, per ogni capitolo, ogni effetto, ogni routine, un immenso stupore e meraviglia. Lo studierò con avidità, sarà il mio prossimo compagno di viaggio per molti mesi, anzi, per molti anni. Senza ovviamente tralasciare la tecnica. E soprattutto, per quel che mi riguarda, un ottimo metodo per migliorare le tecniche basilari in cartomagia. Se prenderete l'Arsenale e vorrete farlo "vostro" allora significa che state per salire di livello nel vostro percorso cartomagico.
Io, NON ho studiato il mazzo memorizzato di Tamariz ma se ho ben capito posso comunque eseguire gli effetti del libro senza avere questa conoscenza?



Ciao e grazie MILLE!
Si esatto!
OK, grazie MILLE!


Ciao

cipi77
Messaggi: 24
Iscritto il: 23/01/2017, 12:43
Località: Molise

05/03/2018, 9:49

Anche io non ho studiato il mazzo memorizzato di Tamariz ma vorrei capire il livello di difficoltà di questo libro... mi spiego meglio. Sto studiando cartomagia ed ho già letto i primi due CC ma, diciamo, non sono un asso... ad esempio sono una frana con i pass e non riesco ad impalmare le carte... per il resto me la cavicchio benino... quindi, basandovi su quanto detto, pensate sia un libro alla mia altezza? Potrei imparare qualcosa oppure risulterebbe troppo difficile "tecnicamente" per un neofita come me?

Mi alletta molto il fatto di poter gestire al momento le routine e di poter creare dei "miracoli" partendo da un mazzo memorizzato (senza memorizzarlo, permettetemi il gioco di parole). Poter decidere come gestire la sequenza di effetti mi affascina molto... ma il mio dubbio resta solo la difficoltà nel riuscire a mettere in atto quanto scritto nel libro. Non vorrei acquistarlo e poi riporlo in libreria perchè non alla mia altezza... purtroppo non ho molto tempo libero da dedicare allo studio quindi credo che il mio "livello" sia assesato al secondo CC (o anche un pelino di meno...).

Mi affido alla vostra esperienza.
Grazie a tutti in anticipo ;)

Sergio Michelotto
Messaggi: 167
Iscritto il: 25/08/2017, 14:42
Località: Padova

06/03/2018, 0:55

cipi77 ha scritto:
05/03/2018, 9:49
Anche io non ho studiato il mazzo memorizzato di Tamariz ma vorrei capire il livello di difficoltà di questo libro... mi spiego meglio. Sto studiando cartomagia ed ho già letto i primi due CC ma, diciamo, non sono un asso... ad esempio sono una frana con i pass e non riesco ad impalmare le carte... per il resto me la cavicchio benino... quindi, basandovi su quanto detto, pensate sia un libro alla mia altezza? Potrei imparare qualcosa oppure risulterebbe troppo difficile "tecnicamente" per un neofita come me?

Mi alletta molto il fatto di poter gestire al momento le routine e di poter creare dei "miracoli" partendo da un mazzo memorizzato (senza memorizzarlo, permettetemi il gioco di parole). Poter decidere come gestire la sequenza di effetti mi affascina molto... ma il mio dubbio resta solo la difficoltà nel riuscire a mettere in atto quanto scritto nel libro. Non vorrei acquistarlo e poi riporlo in libreria perchè non alla mia altezza... purtroppo non ho molto tempo libero da dedicare allo studio quindi credo che il mio "livello" sia assesato al secondo CC (o anche un pelino di meno...).

Mi affido alla vostra esperienza.
Grazie a tutti in anticipo ;)
Beh se tu per primo ammetti di non riuscire nel pass classico e di non riuscire a impalmare le carte mmmmm. ..direi che non sei al cc2 come livello ma che davanti hai ancora molta strada da fare prima di abbandonare questa via per un altra...niente fretta anzi mai averne ma pazienza tanta e costanza...se cerchi qualcosa di "nuovo" per non sentirti frustrato nei tuoi studi prendi i LIGHT di Giobbi, effetti automatici molto interessanti che ti lasciano libero di concentrarti sulla presentazione più che sulla tecnica...ma da come descrivi il tuo livello beh...Preverino forse è ancora fuori portata...non mollare e dacci dentro niente è impossibile!
Pratica, pratica e ancora pratica!

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite