Sovrapposizione di temi nel CC?

Se stai iniziando con la magia, qui puoi porre qualunque domanda.
Rispondi
Avatar utente
Kirlian
Messaggi: 58
Iscritto il: 05/04/2018, 18:46
Località: Pisa
Contatta:

26/06/2019, 10:04

Uno dei primi effetti descritti nel primo volume del Card College è "Riunione di corte" che, di conseguenza, è anche uno dei primi che abbia mai imparato. Ma dopo averlo eseguito un paio di volte davanti a famiglia e amici ho smesso di eseguirlo ed è finito nel dimenticatoio. Non mi piaceva tanto, c'era "qualcosa" che non andava, ma non sapevo bene cosa.

Oggi mi è capitato per caso di rileggere la descrizione dell'effetto, e forse ho capito il "problema". Ve la riporto qui sotto per chi non lo avesse presente:
Effetto: Il mazzo è mescolato da uno spettatore. L'esecutore rimuove le dodici figure e le mostra nel loro ordine casuale, dopo di che taglia il mazzo. Esse riappaiono magicamente sopra al mazzo a coppie fra loro corrispondenti.
Sebbene l'effetto delle carte che da mescolate vengano ritrovate disposte a coppie sia abbastanza forte (secondo il mio parere), per eseguirlo è necessario che il mazzetto che contiene le figure venga a contatto con il resto del mazzo. Se si segue la costruzione originale, le figure vengono tagliate nel mazzo per poi "riapparire in cima". In questo modo abbiamo due effetti:
- Una ambiziosa con 12 carte (roba che nemmeno Tamariz);
- Le 12 figure che si riordinano da sole.

Ora, a me questo pare un perfetto esempio di sovrapposizione di temi: avvengono contemporaneamente due effetti che non c'entrano assolutamente nulla l'uno con l'altro, e proprio come spiegano Diego e Aurelio in un video questa di solito non è una cosa buona
(https://www.youtube.com/watch?v=20v5fAA ... Em&index=5).

Prima di tutto, secondo voi questo ragionamento ha senso? Se mai avete eseguito questo effetto (o se ancora lo eseguite), vi siete mai posti il problema? Seguite la costruzione descritta nel CC o ne usate un'altra?
"Make them care, then make them wait."
Darwin Ortiz

Avatar utente
Vin Brillante
Messaggi: 506
Iscritto il: 15/01/2018, 18:56

26/06/2019, 23:57

Kirlian ha scritto:
26/06/2019, 10:04
Uno dei primi effetti descritti nel primo volume del Card College è "Riunione di corte" che, di conseguenza, è anche uno dei primi che abbia mai imparato. Ma dopo averlo eseguito un paio di volte davanti a famiglia e amici ho smesso di eseguirlo ed è finito nel dimenticatoio. Non mi piaceva tanto, c'era "qualcosa" che non andava, ma non sapevo bene cosa.

Oggi mi è capitato per caso di rileggere la descrizione dell'effetto, e forse ho capito il "problema". Ve la riporto qui sotto per chi non lo avesse presente:
Effetto: Il mazzo è mescolato da uno spettatore. L'esecutore rimuove le dodici figure e le mostra nel loro ordine casuale, dopo di che taglia il mazzo. Esse riappaiono magicamente sopra al mazzo a coppie fra loro corrispondenti.
Sebbene l'effetto delle carte che da mescolate vengano ritrovate disposte a coppie sia abbastanza forte (secondo il mio parere), per eseguirlo è necessario che il mazzetto che contiene le figure venga a contatto con il resto del mazzo. Se si segue la costruzione originale, le figure vengono tagliate nel mazzo per poi "riapparire in cima". In questo modo abbiamo due effetti:
- Una ambiziosa con 12 carte (roba che nemmeno Tamariz);
- Le 12 figure che si riordinano da sole.

Ora, a me questo pare un perfetto esempio di sovrapposizione di temi: avvengono contemporaneamente due effetti che non c'entrano assolutamente nulla l'uno con l'altro, e proprio come spiegano Diego e Aurelio in un video questa di solito non è una cosa buona
(https://www.youtube.com/watch?v=20v5fAA ... Em&index=5).

Prima di tutto, secondo voi questo ragionamento ha senso? Se mai avete eseguito questo effetto (o se ancora lo eseguite), vi siete mai posti il problema? Seguite la costruzione descritta nel CC o ne usate un'altra?
Partiamo dal presupposto che qualsiasi ragionamento(o quasi)ha un senso...
A parer mio non si sovrappone più di tanto,semplicemente perché non è una vera e propria fase di ambiziosa,mi spiego:
Se ci fosse più volte lo stesso risultato marcato,allora ti darei più che ragione,ma non è enfatizzato come un ambiziosa (a parer mio..).
Per la costruzione del parlato,mi sono sempre affidato al cc.
Lo avrò fatto 3 volte proprio perché non me gusta mucho,quindi non mi sono nemmeno impegnato/degnato di modificarla o che.
"Quello che l occhio vede e l orecchio sente,la mente crede..."

Avatar utente
Kirlian
Messaggi: 58
Iscritto il: 05/04/2018, 18:46
Località: Pisa
Contatta:

27/06/2019, 10:12

Si, hai ragione, in effetti il fatto che le carte salgono in cima non è enfatizzato più di tanto, fatto sta che questa costruzione non mi ha mai fatto impazzire.
E proprio come te, non ho mai speso più di tanto tempo a cercare di migliorarlo. Vabbè, magari ci ritornerò in seguito...
Grazie per la risposta
"Make them care, then make them wait."
Darwin Ortiz

firion
Messaggi: 12
Iscritto il: 09/01/2020, 15:20

29/01/2020, 10:17

Riprendo il topic perchè ho iniziato da poco e ho avuto la stessa impressione: l'effetto è bello ma della parte del taglio non capisco il senso: toglie il focus dalla parte importante (il riordinamento) ed è "troppo pazzesco" rispetto alla semplicità del taglio. Secondo me manca qualche chiarimento nella spiegazione...

A.Dougherty
Messaggi: 12
Iscritto il: 06/04/2020, 17:16

07/04/2020, 9:31

La presentazione che Roberto Giobbi suggerisce in Card College collega tra loro i due temi in modo logico.
Questo è un ottimo esempio di quanto sia importante la presentazione.
"Chi non prova non sa cosa sa fare"
-Publio Sirio-

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite