Allenamento tecniche

Se stai iniziando con la magia, qui puoi porre qualunque domanda.
Avatar utente
Vin Brillante
Messaggi: 312
Iscritto il: 15/01/2018, 18:56

19/06/2018, 17:41

Ciao klan...
Pagine dopo pagine dei nostri CARI libri, apprendiamo tecniche consigli e quant'altro...
Ma,in che modo ci alleniamo per rendere tutto fluido e naturale?
C'è chi il lunedì parte con i miscugli...chi il martedì fa le doppie prese ..... :D
Io sinceramente ottengo qualche risultato ripetendo a svenimento le tecniche per categoria....
Oggi per esempio dorso e gambe :lol: :lol:
Oggi ho il pass (maledetto :twisted: ).
E voi avete una "tabella" oppure quel che viene viene?
Io faccio 50 ripetizioni delle tecniche meno impegnative(in jog,out jog,inserimento in diagonale,inserimento nel ventaglio...)
E a giorni alterni l amatissimo pass e l impalmaggio,oppure le conte ecc. ecc.
A voi la linea.
"Quello che l occhio vede e l orecchio sente,la mente crede..."

Avatar utente
MarkB
Messaggi: 167
Iscritto il: 27/08/2017, 10:52
Località: Roma

20/06/2018, 6:25

Tendenzialmente... Vado a caso :D prendo un mazzo di carte e comincio a giocarci, facendo fluire prese, doppie prese, triple prese, triple prese carpiate con il mignolo, color change, miscugli e compagnia cantando.

Questo almeno, quando sono fuori casa.

Alle volte mi capitano delle "combinazioni fortunate" e magari comincio a pensare un effetto con cui sfruttarle: ad esempio, una volta ho legato insieme una doppia dal centro con un falso taglio, che ha portato naturalmente il tutto ad una variazione del classico sandwich :D

Se invece devo studiare qualcosa di specifico, tendo anche io alla ripetizione continua, finché ne ho voglia: quando comincio a sentire la noia (o la frustrazione, mannaggia agli angoli del pass :D ) mi fermo o cambio tecnica.

Per il resto, non ho un programma fisso: leggo qualche pagina qui e lì, riprovo qualche effetto qua e là o sfrutto qualche cavia per testare presentazioni e routine :D

Avatar utente
Randalf
Messaggi: 247
Iscritto il: 20/04/2018, 17:28
Località: Veneto

20/06/2018, 13:12

Io devo tosto cominciare, quindi appena ho 1 secondo posto un post alla ricerca di qualcuno con le mie esigenze che vuole partire, e così comincio a sfruttare la sezione!

Avatar utente
Ledgar
Messaggi: 141
Iscritto il: 18/04/2017, 17:28
Località: Roma

20/06/2018, 13:29

Ciao Vin,
tendenzialmente mi limito a prendere un mazzo di carte ed allenare doppie prese, falsi tagli, falsi miscugli e pass per farli risultare il più naturali possibili.

Periodicamente mi focalizzo su tecniche o effetti in particolare, allenandoli allo sfinimento. Cerco sempre di individuare dei piccoli miglioramenti alla fine di ogni sessione per non perdermi d'animo.

L.
Corrado

Studiando i Card College... :geek:

blitz
Messaggi: 37
Iscritto il: 22/05/2018, 6:18

21/06/2018, 9:00

Mah... non sono mai stato sistematico negli allenamenti. Solitamente cerco di concatenare più tecniche possibile e vedere che succede
Ecco un esempio:
Prendo il mazzo in posizione di servizio. Giro la prima carta. Ne guardo il valore. Riporto la carta con il dorso in alto. Taglio il mazzo con l'indice e lo ricompongo in mano tenendo un break sopra la carta che ho guardato. Porto la carta in cima al mazzo con un doppio taglio. Inizio un miscuglio nel cavo della mano. Trasferisco singolarmente un numero di carte corrispondente al valore della carta che è in cima al mazzo meno uno (se la carta è un sette, trasferisco sei carte). Continuo il miscuglio controllando la porzione superiore del mazzo in cima. Faccio un falso taglio. Riprendo il mazzo in mano e conto con il mignolo un numero di carte corrispondenti al valore della carta che ho scelto. Giro il mazzetto. Se la carta che ho scelto è quella che vedo mi sento soddisfatto. Altrimenti controllo cosa è andato storto. Ripeto finche ho tempo, voglia o mi fanno male l'avambraccio e le dita.
*Una variante che sto introducendo è scegliere la carta di partenza con il controllo sotto al nastro.
Mentre faccio questo cerco di stare il più attento possibile a tutti i passaggi. Esempio: se la carta è un dieci spezzo il miscuglio nel cavo della mano in più parti etc.
Così è come alleno le tecniche con cui sento di avere un po' più di confidenza.
Quando mi cimento in una tecnica nuova ho un (non) metodo piuttosto particolare.
Leggo la tecnica e la provo. La provo qualche volta, così. Poi rileggo e provo ancora un po'. Normalmente non mi riesce proprio per niente e allora la mollo. La lascio stagnare per qualche giorno e ci riprovo. Mi faccio prendere dallo sconforto e la abbandono ancora. Ci torno su dopo un po' e, normalmente, mi accorgo che qualcosa inizia a funzionare. Rileggo la tecnica del testo di riferimento. La frustrazione inizia a dissolversi, così inizio a dedicarle qualche minuto tutte le mattine e le sere. Poi la scarico ancora, di solito per una settimana, finita la quale inizio ad inserirla all'interno di qualcosa di simile a quello che ho descritto all'inizio.
Più o meno, così, è come sbrigo la parte tecnica.

Avatar utente
Randalf
Messaggi: 247
Iscritto il: 20/04/2018, 17:28
Località: Veneto

21/06/2018, 10:55

blitz ha scritto:
21/06/2018, 9:00

Ecco un esempio:
Prendo il mazzo in posizione di servizio. Giro la prima carta. Ne guardo il valore. Riporto la carta con il dorso in alto. Taglio il mazzo con l'indice e lo ricompongo in mano tenendo un break sopra la carta che ho guardato. Porto la carta in cima al mazzo con un doppio taglio. Inizio un miscuglio nel cavo della mano. Trasferisco singolarmente un numero di carte corrispondente al valore della carta che è in cima al mazzo meno uno (se la carta è un sette, trasferisco sei carte). Continuo il miscuglio controllando la porzione superiore del mazzo in cima. Faccio un falso taglio. Riprendo il mazzo in mano e conto con il mignolo un numero di carte corrispondenti al valore della carta che ho scelto. Giro il mazzetto. Se la carta che ho scelto è quella che vedo mi sento soddisfatto. Altrimenti controllo cosa è andato storto. Ripeto finche ho tempo, voglia o mi fanno male l'avambraccio e le dita.
*Una variante che sto introducendo è scegliere la carta di partenza con il controllo sotto al nastro.
Mentre faccio questo cerco di stare il più attento possibile a tutti i passaggi. Esempio: se la carta è un dieci spezzo il miscuglio nel cavo della mano in più parti etc.
Così è come alleno le tecniche con cui sento di avere un po' più di confidenza.

Quando mi cimento in una tecnica nuova ho un (non) metodo piuttosto particolare.
Leggo la tecnica e la provo. La provo qualche volta, così. Poi rileggo e provo ancora un po'. Normalmente non mi riesce proprio per niente e allora la mollo. La lascio stagnare per qualche giorno e ci riprovo. Mi faccio prendere dallo sconforto e la abbandono ancora. Ci torno su dopo un po' e, normalmente, mi accorgo che qualcosa inizia a funzionare. Rileggo la tecnica del testo di riferimento. La frustrazione inizia a dissolversi, così inizio a dedicarle qualche minuto tutte le mattine e le sere. Poi la scarico ancora, di solito per una settimana, finita la quale inizio ad inserirla all'interno di qualcosa di simile a quello che ho descritto all'inizio.
Più o meno, così, è come sbrigo la parte tecnica.
Interessante :idea: Grazie!

Sergio Michelotto
Messaggi: 174
Iscritto il: 25/08/2017, 14:42
Località: Padova

21/06/2018, 22:05

Ti segnalo un interessantissimo e book gratis proprio su come impostare l allenamento sulle tecniche sul sito merchantofmagic oltre a molti altri che danno dritte illuminanti su altri aspetti magici...che effetti scegliere come studiarli come organizzare un proprio programma ecc...consigliatissimo!
Pratica, pratica e ancora pratica!

Avatar utente
Randalf
Messaggi: 247
Iscritto il: 20/04/2018, 17:28
Località: Veneto

22/06/2018, 17:56

Sergio Michelotto ha scritto:
21/06/2018, 22:05
Ti segnalo un interessantissimo e book gratis proprio su come impostare l allenamento sulle tecniche sul sito merchantofmagic oltre a molti altri che danno dritte illuminanti su altri aspetti magici...che effetti scegliere come studiarli come organizzare un proprio programma ecc...consigliatissimo!
Molto interessante Sergio, riesci a postare il link?
Grazie!



agg.: ah ora ho visto va inoltrata una richiesta via form

Sergio Michelotto
Messaggi: 174
Iscritto il: 25/08/2017, 14:42
Località: Padova

24/06/2018, 13:38

Randalf ha scritto:
22/06/2018, 17:56
Sergio Michelotto ha scritto:
21/06/2018, 22:05
Ti segnalo un interessantissimo e book gratis proprio su come impostare l allenamento sulle tecniche sul sito merchantofmagic oltre a molti altri che danno dritte illuminanti su altri aspetti magici...che effetti scegliere come studiarli come organizzare un proprio programma ecc...consigliatissimo!
Molto interessante Sergio, riesci a postare il link?
Grazie!



agg.: ah ora ho visto va inoltrata una richiesta via form
Si ma vai tranquillo!
Pratica, pratica e ancora pratica!

Avatar utente
Randalf
Messaggi: 247
Iscritto il: 20/04/2018, 17:28
Località: Veneto

27/06/2018, 18:22

Eccomi... ritardo perchè Sergio aveva perfettamente ragione:

:arrow: https://www.magicshop.co.uk/about-us qui è possibile richiedere la guida "Approaching magic practice" di Dominic Reyes (Merchant of Magic) e poi proseguendo altri (meno interessanti) pdf.

Con riguardo a quello citato in effetti sto trovando diversi interessanti consigli che poi vorrei condividere almeno con gli altri beginner, sottolineando che il testo stesso autorizza e anzi propone la propria diffusione. Per massima correttezza comunque basta che vi linkate e compilate il form in fondo alla pagina e avrete tutto.

Grazie Sergio, finisco la lettura che però è già molto interessante!

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti