Invisible deck

Rispondi
Lama
Messaggi: 7
Iscritto il: 18/10/2019, 15:43

31/10/2019, 11:33

So che questo argomento è già stato ampiamente trattato, e mi scuso con tutti per aver aperto un nuovo thread.
In pratica, non mi è facile usare il mazzo invisibile: quando esercito molta pressione (per la riuscita del tru**o), non riesco a scorrere rapidamente le carte, e quindi gli spettatori potrebbero pensare che in qualche modo sto manipolando il mazzo. Avete soluzioni o semplicemente è questione di allenamento?
Se non potete darmi suggerimenti nella parte pubblica del forum, potete scrivermi in privato?

takeda
Messaggi: 117
Iscritto il: 07/01/2019, 13:41

03/11/2019, 23:12

Purtroppo neanche io riesco ad usare il mazzo invisibile.
Praticamente ho il tuo stesso problema ... non riesco a "far apparire" la carta.
Io ci ho rinunciato :D

Jorib
Messaggi: 51
Iscritto il: 04/08/2019, 12:36

03/11/2019, 23:53

Piuttosto che una elevata pressione un tocco leggero, quando si arriva alle carte da separare, aiuterà sia la manovra che la realtà che percepiscono gli spettatori. Non credo ci siano tanti segreti se non una adeguata pratica a separare la coppia di carte che interessa al momento giusto con la più minima pressione possibile.

Lama
Messaggi: 7
Iscritto il: 18/10/2019, 15:43

05/11/2019, 14:22

Jorib ha scritto:
03/11/2019, 23:53
Piuttosto che una elevata pressione un tocco leggero, quando si arriva alle carte da separare, aiuterà sia la manovra che la realtà che percepiscono gli spettatori. Non credo ci siano tanti segreti se non una adeguata pratica a separare la coppia di carte che interessa al momento giusto con la più minima pressione possibile.
Ok. Mi allenerò :D

takeda
Messaggi: 117
Iscritto il: 07/01/2019, 13:41

08/11/2019, 13:18

Jorib ha scritto:
03/11/2019, 23:53
Piuttosto che una elevata pressione un tocco leggero, quando si arriva alle carte da separare, aiuterà sia la manovra che la realtà che percepiscono gli spettatori. Non credo ci siano tanti segreti se non una adeguata pratica a separare la coppia di carte che interessa al momento giusto con la più minima pressione possibile.
Si ma proprio non riesco.
Sia che esercito poca pressione, sia tanta ... ma vabbè. Ci sono altri mille effetti da fare.

Jorib
Messaggi: 51
Iscritto il: 04/08/2019, 12:36

08/11/2019, 17:57

Ti capisco....a volte può essere frustrante ripetere alla noia un movimento o una mossa in modo infruttoso. In questi casi, lasciare perdere per un po' può essere di beneficio. La pratica deve essere piacevole o quanto meno non essere deprimente (Dai Vernon affermava che "Practice should be enjoyable" vale a dire che "Ci si dovrebbe divertire a praticare" ovvero la pratica dovrebbe essere divertente e portare soddisfazione). In fasi come queste, meglio dedicarsi ad un nuovo gioco (sia per l'aspetto tecnico che presentativo) o una nuova mossa (o magari anche a una che si era provata e proprio sembrava non riuscire). Alla fine le nostre mani e il nostro cervello sviluppano una memoria che, in qualche modo, ritorna e aiuta a realizzare quello che sembrava impossibile a farsi.
In buona sostanza, cambia pure ma....non demordere! Buona pratica.

takeda
Messaggi: 117
Iscritto il: 07/01/2019, 13:41

08/11/2019, 20:21

Jorib ha scritto:
08/11/2019, 17:57
Ti capisco....a volte può essere frustrante ripetere alla noia un movimento o una mossa in modo infruttoso. In questi casi, lasciare perdere per un po' può essere di beneficio. La pratica deve essere piacevole o quanto meno non essere deprimente (Dai Vernon affermava che "Practice should be enjoyable" vale a dire che "Ci si dovrebbe divertire a praticare" ovvero la pratica dovrebbe essere divertente e portare soddisfazione). In fasi come queste, meglio dedicarsi ad un nuovo gioco (sia per l'aspetto tecnico che presentativo) o una nuova mossa (o magari anche a una che si era provata e proprio sembrava non riuscire). Alla fine le nostre mani e il nostro cervello sviluppano una memoria che, in qualche modo, ritorna e aiuta a realizzare quello che sembrava impossibile a farsi.
In buona sostanza, cambia pure ma....non demordere! Buona pratica.
Assolutamente non demordo.
Devo provare con la crema sulle mani e vedere se riesco che magari può dipendere dal fattore: mani secche.
Appena farò la prova, ti dirò.
Ma non mollo, assolutamente.

Jorib
Messaggi: 51
Iscritto il: 04/08/2019, 12:36

09/11/2019, 9:36

takeda ha scritto:
08/11/2019, 20:21
Jorib ha scritto:
08/11/2019, 17:57
Ti capisco....a volte può essere frustrante ripetere alla noia un movimento o una mossa in modo infruttoso. In questi casi, lasciare perdere per un po' può essere di beneficio. La pratica deve essere piacevole o quanto meno non essere deprimente (Dai Vernon affermava che "Practice should be enjoyable" vale a dire che "Ci si dovrebbe divertire a praticare" ovvero la pratica dovrebbe essere divertente e portare soddisfazione). In fasi come queste, meglio dedicarsi ad un nuovo gioco (sia per l'aspetto tecnico che presentativo) o una nuova mossa (o magari anche a una che si era provata e proprio sembrava non riuscire). Alla fine le nostre mani e il nostro cervello sviluppano una memoria che, in qualche modo, ritorna e aiuta a realizzare quello che sembrava impossibile a farsi.
In buona sostanza, cambia pure ma....non demordere! Buona pratica.
Assolutamente non demordo.
Devo provare con la crema sulle mani e vedere se riesco che magari può dipendere dal fattore: mani secche.
Appena farò la prova, ti dirò.
Ma non mollo, assolutamente.
👍

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti