Qualche pensiero sulla compitazione

Rispondi
ncremonesi
Messaggi: 10
Iscritto il: 13/06/2016, 7:47

12/09/2019, 16:07

Buonasera a tutti!

Sto studiando un bellissimo effetto di ritrovamento della carta pensata dove ad un certo punto c'è la necessità di compitare il nome di una carta estratta per arrivare a quella dello spettatore, sempre rimanendo tra le 11 o 12 lettere.

So che in italiano è sempre possibile rimanere entro questo "range" avendo l'accortezza di aggiungere, dove necessario, le parole "IL" e "DI" (es. "il re di fiori" = 11), tranne però per quanto riguarda il 4 di picche e quadri. Io ho pensato, in questi 2 casi, invece di compitare la parola "quattro", di posare sul tavolo 4 carte (equivalenti al valore della carta).

Mi piacerebbe confrontarmi. Voi avete qualche "regola aurea" da seguire nei casi di compitazione?
E per quanto riguarda il mandare a memoria i vari casi senza dare l'impressione di stare pensando ad esempio "mmmm, sono a 11, giro la prossima..", seguite qualche ragionamento logico particolare?

Grazie a tutti!

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti